Attualità Viale Alessandro Tassoni

Arma dei Carabinieri, martedì la cerimonia per il 204° anniversario

Tradizionale appuntamento per il Corpo presso la caserma di viale Tassoni, dove sono attese le autorità locali

Il prossimo 5 giugno verrà celebrato il 204° annuale della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, in occasione della ricorrenza della concessione della prima medaglia d’oro al valor militare alla bandiera, per il complesso delle operazioni svolte durante la prima guerra mondiale. I militari della provincia di Modena commemoreranno l’evento con una cerimonia che si terrà come ogni anno alle ore 10.00 presso la caserma “Emanuele Messineo” di viale Tassoni, alla presenza delle massime autorità della provincia e dei sindaci

L’istituzione dell’arma risale al 13 luglio 1814, data in cui re vittorio emanuele i costituì con regie patenti un corpo di militari “per buona condotta e saviezza distinti”, denominato dei carabinieri reali. Quei soldati d’elite, divenuti il primo corpo dell’Armata Sarda (nome dell’esercito piemontese), a differenza degli altri militari, vennero distribuiti su tutto il territorio del regno, dalle città ai villaggi, a contatto con la popolazione, sin dal 1822, attraverso l’articolazione in stazioni, il cui numero e la cui forza vennero determinate “in proporzione delle popolazioni e dei costumi degli abitanti”. Una formula originale ed una felice intuizione che ancora oggi definisce un modello di straordinaria attualità.

La presenza dei Carabineri a Modena risale invece al 1859, quando giunse a modena il maggiore Giuseppe Formenti, che procedette allo scioglimento dei locali Dragoni e alla costituzione di una guardia caratterizzata da tutte le attribuzioni del corpo dei carabinieri.

Attualmente l’Arma di Modena si compone di un comando provinciale, quattro Compagnie (Modena, Sassuolo, Carpi, Pavullo nel Frignano), due tenenze (Vignola e Castelfranco Emilia) e 39 stazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arma dei Carabinieri, martedì la cerimonia per il 204° anniversario

ModenaToday è in caricamento