menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Completati i lavori di riparazione del sottopasso ex Benfra dopo gli atti vandalici

Intervento a causa di alcuni problemi all’illuminazione e di danneggiamenti da atti vandalici. È stata installata anche la segnaletica per gli orari di chiusura notturna

Sono stati completati i lavori di manutenzione che hanno interessato il sottopasso ex Benfra relativi in particolare all’illuminazione e alla posa di segnaletica con gli orari di chiusura notturna, attiva dalle 22 alle 6 nei mesi invernali e dalle 23.30 alle 6 in quelli estivi.

L’intervento, che non ha mai comportato limitazioni alla percorribilità del sottopasso, è stato realizzato dalla società A.S.E. spa del Gruppo Hera nell’ambito dell’appalto di conduzione impianti ed efficientamento energetico del patrimonio comunale ed è stato programmato in seguito alla segnalazione di alcuni problemi, in particolare sull’illuminazione, da parte di cittadini. Erano inoltre stati riscontrati danni da atti vandalici come la presenza di graffiti sui muri e il danneggiamento di alcune parti edili.

I lavori hanno riguardato appunto la revisione del sistema di illuminazione, la tinteggiatura delle pareti, la sostituzione delle mattonelle rotte o ammalorate, la verifica del funzionamento e la manutenzione del sistema di sollevamento e smaltimento delle acque meteoriche, la messa in sicurezza dell’alloggiamento predisposto per il futuro ascensore, la posa di segnaletica con indicazione delle strade collegate (via Sergio Scaglietti, e il lato nord ferrovia in zona Crocetta) e della segnaletica degli orari di apertura e chiusura del sottopasso. È stata inoltre sfalciata l’erba e pulita l’area circostante.

Dell’infrastruttura rimane ancora da completare la parte dei due blocchi scale accessori coperti da strutture a forma circolare in cemento armato, nei quali sono da ultimare gli interventi di pavimentazione e di posa delle balaustre di protezione. Tali aree sono tuttora inaccessibili all’Amministrazione a causa delle vicende giudiziarie avviate con il concordato preventivo annunciato dall’azienda aggiudicataria dei lavori poco prima della conclusione dell’opera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento