Primo Maggio, a Castelvetro il concerto arriva con il furgone

L'idea del Comune per condividere la musica in un giorno di festa ma di permanenza obbligata a casa

"Se non puoi andare al concerto dell'1 maggio, allora il concerto viene da te". È l'idea che ha guidato l'amministrazione comunale di Castelvetro, nel modenese, insieme all'associazione Stoff di Modena nell'ambito del progetto 'Primo Maggio Delivery', un concerto per un pubblico che non può uscire di casa "dedicato a tutti i lavoratori". 

L'iniziativa, coordinata da Alessandra Anderlini, dell'ufficio Cultura del Comune, partirà domani alle 15, nella centralissima piazza Roma di Castelvetro. In sostanza, tutto ruota attorno a un furgone attrezzato di impianto di amplificazione robusto: diffonderà musiche e canzoni dedicate al lavoro nelle strade e nelle piazze delle frazioni, ma anche davanti alla casa protetta per anziani. E non è un furgone qualsiasi, visto che si tratta di quello già usato a Modena per diffondere i canti delle mondine durante le celebrazioni del 25 aprile. 

Castelvetro, in ogni caso, lo definisce un modo per festeggiare comunque la ricorrenza in questo momento incerto, in particolare "per rincuorare e far sentire tutti più vicini". Spiega Giorgia Mezzacqui, vicesindaco e assessore alla Cultura: "In questo tempo anomalo, sarà un 1 maggio inedito ma sarà sempre l'1 maggio del lavoro, la cui importanza per la realizzazione e la crescita democratica delle donne e degli uomini è più che mai attuale".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento