menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un generatore di corrente a Passo delle Radici per servire le zone isolate

Ieri mattina Il Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna ha attivato la squadra di Pievepelago, stazione M. Cimone, su richiesta della Prefettura di Lucca per andare in supporto ad una squadra dell’Enel che doveva posizionare un generatore elettrico al p.sso delle Radici, in quanto il ripetitore telefonico che copre quella zona, compreso il comune di Castiglione della Garfagnana era rimasto senza corrente elettrica.

L’ufficio Territoriale del Governo aveva affidato questo compito al Soccorso Alpino toscano ma, il tratto di strada che collega la località Casone al p.sso delle Radici è chiusa per il marcato rischio valanghe. Per questa ragione i colleghi toscani hanno richiesto l’attivazione della squadra di Pievepelago (MO).

I tecnici dell’’Enel, sono arrivati con un loro mezzo che trasportava il generatore fino al p.sso e lo hanno sistemato nei pressi dell’albergo che si trova in cima al passo. Il compito dei tecnici del CNSAS è stato quello di liberare dalla neve il tratto di strada che porta dal punto in cui è stato posizionato il generatore fino alla cabina elettrica. In questo modo gli operatori dell’Enel hanno potuto stendere il cavo di collegamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, 113 casi in provincia. Tre decessi e tre ricoveri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento