Attualità

Covid, il boom è fra i 19 e 24 anni. Vaccinato il 58,5% dei modenesi

L'incremento dei numeri è evidente, anche se i casi molto gravi restano una parte quasi residuale. Ausl preoccupata dalla gestione del contact tracing

Negli ultimi giorni la crescita del contagio è diventata di tutta evidenza anche sul territorio modenese, dove l'ultima settimana ha visto salire l'incidenza dei nuovi casi a 73 su 100mila abitanti e al 5,7% la percentuale di postivi sui tamponi effettuati, riportandoci indietro di qualche mese a scenari già visti in primavera. Almeno sotto il profilo matematico, perchè nella pratica la campagna vaccinale ha cambiato il volto della pandemia, configurando una "quarta ondata" con caratteristiche ben diverse dalle precedenti.

La fascia di età che si trova più soggetta al contagio è quella dei giovani compresi fra i 14 e i 24 anni. In particolare le cifre pù alte si hanno tra i 19-24enni, con ben 296 casi su 100mila abitanti. A pesare sui ragazzi è da un lato la minor copertura vaccinale, dall'altro la piena ripresa estiva della socialità, in particolare nelle località di vacanza.

E' notizia di oggi - riferita dal Dg dell'Ausl di Modena Antonio Brambilla nel consueto appuntamento con la stampa - che la variante delta è diventata totalizzante, con il 99,5% dei casi registrati in provincia ascrivibili a questa mutazione "indiama" e con la sparizione della variante "inglese". Questo comporta una maggiore trasmissibilità del virus.

A ieri erano 1.782 i cittadini modenesi in isolamento domiciliare, 911 dei quali con infezione in corso. I casi attivi sono di fatto duplicati nell'arco di appena due settimane e il Direttore Generale non ha fatto mistero che questo particolare aspetto "preoccupa molto" la Sanità Pubblica, alle prese anche con il periodo di ferie estive del personale e quindi indebolita nella capacità di gestire il contact tracing.

Il fatto che la pandemia stia cambiando volto si nota però sul fronte dei ricoveri, che sono ancora in numero decisamente contenuto. A oggi si trovano in ospedale 32 pazienti positivi (di cui 2 in Terapia Intensiva e 3 in subintensiva), ma 12 di questi sono stati ricoverati per motivi diversi dal covid e trovati positivi al tampone effettuato di routine all'ammissione in reparto. Sono di fatto ormai sporadici i decessi, che nella nostra provincia hanno raggiunto quota 1.790.

La campagna vaccinale, d'altronde, prosegue a buon ritmo. Ad oggi il 58,5% dei modenesi ha completato il ciclo, mentre il 70% ha ricevuto almeno la prima dose. Le ultime due settimane, da quando si è iniziato a parlare dell'obbligatorietà del Green pass che diverrà effettiva per decreto proprio domani, le prenotazioni hanno ripreso vigore e la percentuale di copertura della popolazione è quindi destinata a salire entro settembre. Un mese critico, specialmente per l'inizio dell'anno scolastico e tutto ciò che questo comporta. L'Ausl ha annunciato che da domani saranno resi disponibili ulteriori "slot" per le vaccinazioni: "Abbiamo incrementato di 500 posti al giorno, quindi sollecitiamo i cittadini a prenotare", dice il direttore.

Tra chi ancora non si è sottoposto alla vaccinazione, spicca la questione relativa al personale sanitario. Sull'intera provincia sono oltre duemila i professionisti del settore che non hanno ancora manifestato la volontà di assolvere all'obbligo, 118 dei quali sono dipendenti dell'Ausl. L'azione di verifica da parte dell'azienda sanitaria prosegue, dopo le 5 lettere inviate nei giorni scorsi. "In questi giorni stiamo inviando sollecito formale a chi non ha risposto alle precedenti comunicazioni - spiega Brambilla - Fra 15 20 giorni avremo tutti gli elementi per poter procedere nei loro confronti. Sarà un problema sospenderli, soprattutto in questo periodo di ferie estive, ma comunque procederemo. Come altre realtà territoriali abbiamo ricevuto ricorsi al Tar, però non posso fermarmi nell'applicazione di una norma nazionale".

Volontari nei Punti vaccinali, come candidarsi per collaborare alle vaccinazioni

Vaccino anti-Covid per i giovani. I pediatri: “Fate vaccinare i vostri figli: è efficace e sicuro”

Da venerdì Green pass per i  luoghi della cultura, anche in biblioteca e al cinema estivo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, il boom è fra i 19 e 24 anni. Vaccinato il 58,5% dei modenesi

ModenaToday è in caricamento