Lunedì, 21 Giugno 2021
Attualità

Inaugurato all'Istituto comprensivo di Maranello il laboratorio di tecnologia e robotica

Didattica innovativa nel segno delle nuove tecnologie: "Uno spazio aperto al dialogo con cittadini e imprese"

E’ stato inaugurato lo ‘SM’ART LAB’ dell’Istituto comprensivo ‘Ing. Carlo Stradi’, il nuovo laboratorio attrezzato con tecnologie digitali all’interno delle scuole medie Galilei. Uno spazio didattico utilizzabile dalla scuola d’infanzia, dalla primaria e dalla secondaria di 1° grado dell’Istituto. Un luogo studiato, inoltre, per una fruizione extrascolastica che coinvolga tutto la comunità, compreso il mondo imprenditoriale.

Al fianco della Dirigente scolastica Flavia Capodicasa, che ha seguito e coordinato il progetto, erano presenti questo pomeriggio anche il Sindaco Luigi Zironi e l’Assessore alla Scuola Alessio Costetti, che a nome dell’Amministratore comunale e di tutta la comunità maranellese hanno voluto ringraziare l’Istituto comprensivo per l’opportunità creata a favore degli alunni e della collettività.

L’operazione è stata totalmente finanziata con fondi ministeriali attraverso il Piano Nazionale Scuola Digitale, ricevendo un contributo di 54mila euro (45mila euro circa per le attrezzature più 9mila euro per le spese di gestione) per il proprio allestimento.

Il laboratorio può contare ora su una strumentazione che va dal ‘BYOD’ (Bring Your Own Device) e dalla didattica collaborativa al ‘coding’ e alla robotica educativa, dal ‘tinkering’ e dal ‘making’ alle ‘STEAM’ (Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Architettura e Matematica), passando per il ‘digital storytelling’. Per la robotica sono anche disponibili dei kit Lego Education, mentre a supporto della didattica legata ai corsi di arte-tecnologia sono state installate due stampanti 3D e due smart tv.

Il nuovo ambiente è stato concepito in modo da essere particolarmente flessibile nella sua fruizione, dotato di tecnologie digitali in relazione tra loro e adatto a metodologie didattiche innovative che consentono all'alunno di occupare sempre una posizione centrale e propositiva durante le attività.

“In altre parole - spiega la Dirigente scolastica Capodicasa - si tratta di un laboratorio estremamente interattivo e interconnesso, dove è possibile ricercare dati e informazioni, sperimentare, progettare, creare e condividere nuovi contenuti. L'obiettivo è quello di progredire nella costruzione dell'identità dell'Istituzione scolastica, di renderla sempre più inclusiva e di innalzare la qualità della proposta formativa, valorizzando le diverse professionalità ed ‘allenandole’ al problem solving. Tale flessibilità è garantita anche dall'adozione di arredi ‘multiverso’, capaci di garantire veloci riconfigurazioni dello spazio in base alle esigenze dell’attività proposta in quel momento, ad esempio con tavoli modulari e mobili utilizzabili come pannelli espositivi o elementi che definiscono ‘isole’ di lavoro specifiche”.

“La nostra città dovrà saper cogliere questa opportunità - aggiunge Luigi Zironi, Sindaco di Maranello -, che arricchisce il presente dei nostri ragazzi, ma con lo sguardo rivolto al futuro. Solo una scuola dinamica e sperimentatrice, solo un approccio didattico attento alle trasformazioni che ci circondano può far crescere gli adulti di domani con le competenze, le motivazioni e la percezione della realtà adeguate ad affrontare il mondo del lavoro. E aprire questo laboratorio a possibili collaborazioni con il tessuto imprenditoriale locale, che può vantare punte di assoluta eccellenza, significa consolidare un dialogo virtuoso tra scuola e aziende che può portare a scenari davvero interessanti per il territorio e i suoi abitanti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato all'Istituto comprensivo di Maranello il laboratorio di tecnologia e robotica

ModenaToday è in caricamento