menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carpi, inaugurata la Sala protetta presso la caserma dei Carabinieri

Un ambiente accogliente pensato per i minori e le donne cittime di violenza. Oggi il taglio del nastro alla presenza delle autorità

Questa mattina presso la caserma dei Carabinieri della Compagnia di Carpi si è tenuta l'inaugurazione della Sala protetta per l’ascolto di minori e donne vittime di violenza. Si tratta di una stanza analoga a quelle già allestite a Modena (al Comando Carabinieri, in Questura e in Tribunale) che ha l’obiettivo di contribuire a contrastare il fenomeno della violenza di genere: mettendo a disposizione di minori e donne vittime di violenza un luogo idoneo e sicuro per le denunce, arredato grazie al contributo del Comune di Carpi, che ha messo a disposizione computer, videocamera, mobili, libri per bambini e altri oggetti che rendono la stanza un ambiente ben diverso da quello "freddo" delel sedi delle forze dell'ordine.

Il locale della caserma di via Signonio non è stato inaugurato in una data qualunque, bensì proprio oggi che ricorre la Giornata internazionale contro la violenza alle donne.

A fare gli onori di casa c'erano il Comandante la Compagnia Carabinieri Carpi, capitano Alessandro Iacovelli, e i comandanti delle stazioni dei Carabinieri del territorio sotto il controllo della Compagnia. Erano presenti il sindaco Alberto Bellelli, l'assessore regionale alle Pari opportunità Emma Petitti, la sua collega al Comune di Carpi, Stefania Gasparini, il consigliere regionale Enrico Campedelli, i consiglieri comunali Monica Medici e Roberto Benatti e il vescovo, monsignor Cavina, oltre ad esponenti del mondo del volontariato e dell'associazionismo e la responsabile del Pronto soccorso del Ramazzini, Chiara Pesci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento