menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nonantola, altri cento interventi della Protezione Civile. Esercito e pompieri rientrano

Tanto lavoro nelle case e nelle aziende, ma la situazione migliora di ora in ora

Le 73 squadre regionali della Protezione Civile (284 unità) provenienti da Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, coordinate dal Comune di Nonantola, hanno effettuato nella giornata di giovedì 10 dicembre 109 interventi con 95 mezzi. Il lavoro si è concentrato soprattutto nelle frazioni Casette e La Grande. In alcune abitazioni i volontari non hanno potuto effettuare i lavori per l’assenza dei proprietari che possono richiedere un nuovo intervento di pulizia attraverso i numeri del Centro Operativo Comunale (059896540 - 059896513 - 059896514 - 059896513). 

I Vigili del Fuoco hanno terminato il lavoro a Nonantola e l’Esercito è rientrato a Piacenza dopo aver terminato i lavori nella frazione La Grande. E’ giunto a conclusione anche il lavoro anche dei tecnici Enel. Questi sono ottimi segnali per Nonantola che sta cominciando a ripartire dopo i giorni drammatici causati dall’esondazione del Panaro di domenica 6 dicembre. 

Attualmente fra gli sfollati 42 persone sono ospitate negli hotel, 1 anziano in una struttura protetta di Castelfranco Emilia e 4 cittadini sono ospitati in una struttura di Ravarino. E’ proseguito il lavoro di monitoraggio nei confronti delle persone più fragili attraverso telefonate e visite alle famiglie. 

E’ stato liberato dall’acqua il co-generatore di via Pasolini che fornisce acqua calda e riscaldamento a 14 condomini, consentendo ai tecnici di verificarne la funzionalità e i danni. Purtroppo l’impianto, sommerso da 5 metri d’acqua, è risultato gravemente danneggiato. Le famiglie residenti, attraverso i rispettivi amministratori di condominio, sono state contattate già nei giorni precedenti per aggiornamenti sulla situazione. Attualmente è comunque in funzione l’energia elettrica e l’acqua corrente. L’Amministrazione Comunale sta lavorando per installare un impianto esterno che possa sostituire il co-generatore danneggiato. Alle famiglie (a breve saranno nuovamente contattate) che eventualmente lo richiedessero, sarà fornita una sistemazione alberghiera provvisoria. 

Commissione d'inchiesta sull'alluvione, Bonaccini: "Vogliamo subito risposte"

Alluvione, le complesse manovre della Bonifica di Burana per far defluire l'acqua

Fiumi e dissesto, l'assessore Priolo: “Lo Stato faccia la sua parte

Alluvione, a Nonantola arriva il camper-farmacia per garantire il servizio

VIDEO | Esondazione Tiepido: "I danni alla Fossalta potevano essere evitati" 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento