menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A soli 17 anni intervista nella sua radio grandi nomi della cultura, quattro chiacchiere con Francesco Natale

Da Cazzullo a Crepet, da a Cacciari a Broccoli: Francesco Natale, di Radio Carpi Nuova, intervista alcuni tra i personaggi di maggior rilievo nel panorama culturale italiano a "LIBER", in onda dal 5 dicembre

Diciassette candeline appena soffiate, e tanta, tanta voglia di fare: Francesco Natale, studente del Liceo Fanti e fondatore di "Radio Carpi Nuova", è il protagonista dell'intervista di oggi.

Si definisce un "artista", e ci racconta: "fin da bambino mi è sempre piaciuto salire sul palco, raccontare emozioni, memorie". E il suo progetto parte proprio da qui. Radio Carpi Nuova nasce come web radio nel 2019, con un solo programma intitolato "Pubblicittà". A maggio va in onda la prima puntata, alla quale succedono altri diciannove episodi all'insegna del divertimento, dell'informazione e della buona musica. Con il tempo, e la voglia di coinvolgere anche i più piccoli, Radio Carpi Nuova arriva su Spotify in versione "Kids", con "Favole al telefono". Ogni puntata è dedicata alla lettura di una delle favole di Gianni Rodari, e il programma riscuote un grande successo. Ma i progetti di questa giovane radio non sono finiti: a luglio infatti, Francesco inaugura "Radio carpi nuova TV" con "#Felicitrack", quattro puntate di pura allegria tra doppiaggi, e sketch comici e curiosità (anzi, curiostrack!).

La più grande novità però, arriva oggi, con il lancio di "LIBER". Un nome di origini latine per un programma che "parla di cultura a 360 gradi", perchè la cultura rende liberi: di imparare, di sognare, di maturare le proprie idee senza condizionamenti, e anche di crescere. Ogni puntata di LIBER consiste in un'intervista di pochi minuti, condotta da Francesco, ad un personaggio di spicco del panorama culturale italiano. I campi di interesse sono i più disparati: dalla storia alla musica, dalla scienza ala politica, dalla filosofia al volontariato fino ad arrivare a toccare argomenti come la lotta alla mafia.

La pubblicazione delle interviste sarà bisettimanale: sabato e domenica alle ore 15, a partire dal 5 dicembre, su YouTube e sulle maggiori piattaforme di podcasting (Spotify, Google Podcast, Spreaker). Protagonista della prima puntata sarà il celebre psichiatra e scrittore Paolo Crepet, della seconda il giornalista Aldo Cazzullo, autore del libro in testa alle classifiche "A riveder le stelle".

Francesco, che di puntate ne ha già registrate ben 25, ci rivela i nomi di alcuni dei protagonisti delle prossime chiacchierate: il filosofo Massimo Cacciari, la sessuologa e psicoterapeuta Alessandra Graziottin, l'archeologo Umberto Broccoli, e autori densi di politica come Iacopo Melio e Francesco Giubilei. Insomma: i cosiddetti "grandi nomi". 

Abbiamo chiesto a Francesco se la sua giovinezza avesse in qualche modo ostacolato la realizzazione del suo progetto, posto che la società sembra porsi con crescente diffidenza nei confronti dei giovani, e ci ha risposto che "la questione dell'età è molto relativa". Sottolineando come sia "importante dimostrare che i giovani possono offrire qualcosa", ci racconta come alcuni dei personaggi contattati abbiano piuttosto accolto con entusiasmo la sua proposta, rispondendo positivamente al suo invito addirittura in pochi minuti.

Infine, Francesco si congeda confidandoci un'idea che sa di speranza: "credo che LIBER potrebbe essere un ottimo spunto per gli insegnanti, per integrare le lezioni in modo innovativo, in particolare in questo periodo di videolezioni". Augurandogli che anche questo tassello del suo progetto possa diventare realtà, lo salutiamo, sicuri che riascolteremo la sua voce nella prima puntata di LIBER.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Anche la provincia di Modena sarà "zona rossa" da giovedì 4 marzo

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento