Attualità

Speciale sisma 2012 | Le voci della Bassa, dieci anni dopo

Un viaggio attraverso i principali comuni colpiti dal terremoto di dieci anni fa, nelel parole degli attuali amministratori. Fra ricordi personali, lavori in corso e commozione

Dieci anni vissuti tra lacrime, paura, solidarietà, speranza e tanta laboriosità. Nel decennale del sisma emiliano abbiamo incontrato i sindaci che oggi governano i comuni più colpiti dallo sciame sismico che tanta distruzione - e perdite di vite umane . ha portato nel nostro territorio.

Abbiamo chiesto loro dei ricordi personali di quei giorni, del percorso di ricostruzione e - se possibile - di trarre un bilancio a dieci anni di distanza da quella tragedia.

Un viaggio nella pianura modenese, che ancora oggi porta molti segni visibili della devastazione. Se le case sono state riparate, le aziende ricostruite e ripartite, restano da sanare le ferite del patrimonio pubblico e soprattutto da ricostruire l'identità storica dei paesi, in qualche modo mutilati. Un "ultimo miglio" della ricostruzione, come molti lo hanno definito, che necessita di un ultimo sforzo istituzionale. Per sfumare del tutto la cicatrice.

Il pragmatismo emiliano nelle parole di Alberto Greco, sindaco di Mirandola. Nel suo ricordo del decennale un focus sulla vocazione produttiva del territorio e sull'importanza della ripresa delle tante aziende che danno linfa al distretto biomedicale.

Il ricordo del sisma nelle parole di Claudio Poletti, sindaco di Finale Emilia: uno dei comuni più colpiti già come epicentro della prima scossa. Un territorio che ha visto distrutti molti dei suoi simboli e che porta le cicatrici più evidenti.

Il ricordo commosso delle vittime del sisma 2012 e dei segni che lo sciame lasciò nella comunità di Medolla. Alberto Calciolari, sindaco del paese e Presidente dell'Unione Comuni Area Nord traccia un bilancio di questi dieci anni di ricostruzione e rinascita.

Intervista a Michele Goldoni, attuale sindaco di San Felice sul Panaro. Il ricordo delle scosse di 10 anni fa, le difficoltà di ieri e quelle di oggi nel processo di ricostruzione.

Le parole di Lisa Luppi, mamma pochi giorni dopo la scossa del 29 maggio e oggi sidaca di Cavezzo. Nelle sue riflessioni la forza di una comunità "resiliente" e il percorso di ricostruzione che ha interessato il paese.

Luca Prandini traccia il quadro della ricostruzione a Concordia sulla Secchia nel decennale del sisma che, specie il 29 maggio, creò distruzione nel paese e vide anche una vittima.

Da commerciante ricoperto dalla polvere del crollo del campanile, accanto al mercato settimanale, a sindaco del suo paese. Carlo Casari rivive i giorni terribile delle scosse di dieci anni fa e la bellezza della solidarietà che caratterizzo quei momenti drammatici.

Strade, ponti e scuole: cosa è stato fatto in 10 anni di ricostruzione

Prima del docu-film sulla ricostruzione, Bonaccini "A dicembre non chiederemo più lo stato di emergenza"

VIDEO | "Oltre le case vanno ricostruite le persone", le psicologhe al lavoro dopo il sisma

VIDEO | La visita di Sergio Mattarella a Medolla per il decennale del sisma

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speciale sisma 2012 | Le voci della Bassa, dieci anni dopo
ModenaToday è in caricamento