Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Trasporto pubblico, l'Agenzia per la Mobilità rinnova pensiline e depositi

Importanti interventi in vista nel piano investimenti di Amo, come ha spiegato oggi il presidente Burzacchini. Un piano espansivo che dovrà per forza affiancarsi al rinnnovo della flotta Seta

In attesa di nuove e più corpose risorse per rinnovare gli autobus a cura del gestore Seta, rinnoviamo intanto pensiline e depositi. L'Agenzia della mobilità di Modena, l'organo provinciale che coordina il trasporto pubblico per conto degli enti locali, offre il suo consueto programma di investimenti (in ballo quello 2018-2020) approvato in assemblea dei soci. In sostanza, ci saranno tre milioni l'anno per qualificare e adeguare depositi, fermate, filovia e terminal.

Spuntano dunque altri 8,7 milioni di euro per completare la ricostruzione dei depositi danneggiati dal sisma del 2012 (Mirandola, Finale, Carpi) ma anche per adeguare e qualificare la rete filoviaria urbana di Modena, completare la qualificazione energetica del centro di strada Sant'Anna e migliorarne la struttura antisismica, rendere più fruibile d'intesa col Comune l'autostazione di Modena a suon di restyling, rinnovare l'intero patrimonio di paline e pensiline dello stesso servizio urbano. 

Questi i principali traguardi dell'ambizioso piano triennale, dunque, che piace all'amministratore unico di Amo Andrea Burzacchini: "Questo piano degli investimenti- dice- va oltre il trend di spesa proposto nei piani precedenti ampliando gli obiettivi senza accedere al credito, grazie alla disponibilità di fondi specifici accantonati dall'Agenzia negli anni scorsi. Si tratta di un piano espansivo, finanziato per oltre il 50% da risorse proprie, che intende consolidare le relazioni della società con i territori locali, accrescere e qualificare il patrimonio societario fondamentale per l'esercizio".

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, l'Agenzia per la Mobilità rinnova pensiline e depositi

ModenaToday è in caricamento