rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità Strada Gherbella / Strada Gherbella, 454

Italpizza attacca la Cgil: "Durante lo sciopero minacci e insulti"

L'azienda accusa il sindacato di una serie di comportamenti scorretti durante il presidio di questa mattina: "Non riconosceremo come interlocutori coloro che ritengono di utilizzare come forma di dialogo la violenza"

La direzione di Italpizza non risparmia dure critiche alla Cgil, che ieri mattina ha organizzato uno sciopero di 8 ore con contestuale presidio presso i cancelli di strada Gherbella. Uno sciopero che, a detta dell'azienda, ha avuto un'adesione limitata, al punto da non compromettere la produzione.

Italpizza accusa il sindacato di un atteggiamento scorretto tenuto durante la manifestazione: "Hanno ritenuto di trasformare lo sciopero in blocchi illegali degli accessi ai camion e alle autovetture dei lavoratori, dei Dirigenti e Avvocati. A questi sono state rivolte minacce e insulti al punto che alcune lavoratrici hanno avuto crisi di pianto. Varie/i lavoratrici/ori hanno dovuto lasciare l’autovettura lungo le strade adiacenti subendo contravvenzioni e rimozioni. CGIL ha quindi abbandonato CISL e UIL per intraprendere la strada della violenza mettendo insieme i loro funzionari e bandiere con quelle del SI Cobas".

VIDEO | Protesta all'Italpizza. Cgil:" Accordi non rispettati, aspettiamo un passo indietro dell'azienda"

"Riteniamo che nell’ambito delle relazioni sindacali e industriali, quanto accaduto quest’oggi sia un fatto gravissimo e totalmente incomprensibile. Invitiamo le Istituzioni, le forze Politiche, le OOSS dei lavoratori e datoriali a riflettere sul rischio che tali modalità illegali di lotta sindacale, perpetrate ora anche da una organizzazione storicamente democratica come la CGIL, possano aprire la strada ad una pericolosa deriva di violenza ed instabilità economia, minando seriamente l’attrattività del territorio", aggiunge l'azienda in una nota.

Italpizza dunque affonda il colpo, facendo leva proprio sull'esperienza degli anni scorsi: "In coerenza con il passato, non riconosceremo come interlocutori coloro che ritengono di utilizzare come forma di dialogo la violenza, macchiandosi di gravi reati. Nel continuo rispetto delle regole, che ci ha sempre contraddistinto, proseguiremo verso il completamento dell’applicazione dell’Accordo siglato nel 2019 procedendo con l’assunzione diretta di tutti i lavoratori di Evologica al nuovo contratto di lavoro Industria Alimentare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Italpizza attacca la Cgil: "Durante lo sciopero minacci e insulti"

ModenaToday è in caricamento