rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Attualità Baggiovara

Nuove tecnologie per gestire 11 milioni di esami, pronto il Laboratorio Analisi provinciale

A Baggiovara la struttura che esiste ormai da anni e che gestisce 30mila test al giorno vede un'ulteriore implementazione

È ormai ultimato l’allestimento strutturale, tecnologico e organizzativo definitivo del “BLU”, Baggiovara Laboratori Unificati, il laboratorio analisi della provincia di Modena afferente al Dipartimento Interaziendale Integrato di Medicina di Laboratorio e Anatomia Patologica diretto dal dottor Tommaso Trenti.

In occasione della seduta della Conferenza territoriale sociale e sanitaria di ieri, 20 marzo, l’Azienda USL di Modena ha proposto un aggiornamento sulla situazione del progetto, in vista della prossima inaugurazione, prevista per sabato 6 aprile, alla presenza del Presidente della Regione Stefano Bonaccini. 

Un progetto estremamente ambizioso, basato su processi tecnologici innovativi di automazione e information technology con l’obiettivo di arrivare all’esecuzione, nella sede oggetto di una profonda ristrutturazione, di 11 milioni di esami l’anno su 14 milioni totali del Dipartimento, per soddisfare tutte le aree diagnostiche di tutti gli ospedali e strutture sanitarie, rispondendo alle esigenze di tutta la popolazione modenese. Afferisce al Blu anche un “network” di PoCT – Point of Care Testing, in pratica dei piccoli laboratori in miniatura per una risposta rapida - presenti in 38 sedi sanitarie, da Pavullo a Mirandola. 

Il Blu gestisce circa 30mila esami al giorno per 4-5000 pazienti di tutta la provincia: decine di migliaia di provette, che oggi sono codificate informaticamente, riducendo al minimo l’errore, per la massima sicurezza del paziente. È cresciuta la professionalità del personale che controlla e gestisce un sistema altamente complesso che vede inoltre, nell’ambito del BLU, l’attivazione della Piattaforma interaziendale NGS, Next generation sequencing, riferimento per la rete oncologica ed emato-oncologica provinciale. 

“Con il laboratorio BLU siamo ad una ulteriore evoluzione del progetto di integrazione delle attività di laboratorio – ha spiegato il dottor Tommaso Trenti – il progetto nasce quando nel 2005 si decise di creare a Baggiovara un unico laboratorio di analisi provinciale dotato delle migliori tecnologie diagnostiche. Qui vengono eseguiti tutti gli esami dei cittadini della provincia di Modena e questo consente di avere nel nostro sistema informatico tutti i dati necessari per non effettuare esami inappropriati”.

“Il BLU, Baggiovara Laboratori Unificati, è un progetto che arriva da lontano, e aveva bisogno di essere completato – ha dichiarato il presidente della CTSS Gian Carlo Muzzarelli –, ora ci sono tutte le condizioni tra Azienda ospedaliera e Azienda territoriale per lanciare questo progetto frutto di una strategia lungimirante fin dal 2005. Immediatezza delle cure, tecnologia e innovazione, più connessioni con la medicina di prossimità: sono questi i criteri che hanno guidato il nuovo BLU che inaugureremo il prossimo 6 aprile con il Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove tecnologie per gestire 11 milioni di esami, pronto il Laboratorio Analisi provinciale

ModenaToday è in caricamento