Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Lamorgese in visita in città, annunciati 45 agenti in più per la Questura

Le riflessioni della titolare del Viminale durante l'incontro con le istituzioni. Per ora però non è contemplata la “promozione” della Questura modenese a rango superiore

Muzzarelli aspettava da due anni una visita del Viminale in città, e oggi è stata la volta buona. Il Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese è arrivata stamane sotto la Ghirlandina, accompagnata attraverso il centro storico dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli e dalla prefetta Alessandra Camporota, tra le varie istituzioni e autorità presenti, e dopo un confronto in tema di ordine pubblico anche con il presidente della Regione Stefano Bonaccini. "Era un impegno preso con il sindaco che abbiamo dovuto rinviare - spiega Lamorgese a margine della visita in Prefettura - a causa della pandemia". Oggi, prosegue, "abbiamo fatto un punto sulla situazione dell'ordine e sicurezza della provincia con tutti i rappresentanti delle istituzioni e con il presidente della Regione Bonaccini. Abbiamo avuto una visione d'insieme di un territorio che è concreto, con l'entusiasmo di portare avanti l'impegno per la sicurezza dei nostri cittadini. Ho sentito molto il senso di squadra, per questo ringrazio tutte le forze di polizia e i vigili del fuoco che in questo periodo hanno operato con grande impegno e umanità". 

VIDEO | Il ministro degli Interni a Modena: il punto su sicurezza e immigrazione

Sugli agenti di rinforzo attesi da tempo, aspetto su cui a Lamorgese è stata consegnata una lettera dei sindacati di Polizia oggi, precisa il Ministro: "Non si tratta di elevare o non elevare, anche se potrà essere rivista la fascia della Questura, con un provvedimento ministeriale che tiene conto di alcuni criteri. Il problema vero è che, certamente, manderemo uomini in più: adesso sono 350, ne arriverà una trentina in più, più 15 appartenenti ai ruoli tecnici. Quindi- focalizza Lamorgese- ci sarà una particolare attenzione anche sugli organici di questo territorio, che va seguito ma dà il meglio di sé a prescindere, perché è pieno di iniziative concrete". 

Nel corso dei tavoli di oggi non è mancato inoltre un passaggio sulla Polizia Penitenziaria dopo la rivolta al carcere Sant'Anna del marzo 2020: "Abbiamo parlato anche degli uffici giudiziari. Sulla giustizia c'è un capitolo ad hoc nel Pnrr, quindi- annuncia ancora Lamorgese- certamente arriveranno risorse aggiuntive in termini di risorse umane". 

Lamorgese, scortata nel cuore della città della Ghirlandina dalle autorità locali a partire da Muzzarelli, oltre che dagli uomini del suo staff, dopo la visita in Prefettura si è recata al nuovo ex Albergo Diurno di piazza Mazzini, al centro da tempo di una riqualificazione di tutta l'area, e poi in Duomo, nella piazza Grande Unesco e infine in municipio, per un breve saluto alla giunta Muzzarelli e ai capigruppo consiliari.

Inaugurato il nuovo Diurno di piazza Mazzini, sarà accessibile dal 1 giugno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lamorgese in visita in città, annunciati 45 agenti in più per la Questura

ModenaToday è in caricamento