rotate-mobile
Attualità Madonnina / Via Emilia Ovest, 600

La lavanderia chiude dall'oggi al domani, i capi dei clienti dati in beneficenza

Succede in via Emilia Ovest, come riferito da Federconsumatori. Per i clienti impossibile recuperare i vestiti

"A dicembre, dopo diversi anni di attività, ha chiuso i battenti il Lavasecco “Solar di S. G. e C. Snc” di via Emilia Ovest 600. Sulle vetrine nessun avviso di chiusura, ma solo i biglietti di clienti, che chiedevano di essere contattati per recuperare i propri materiali. La chiusura non è stata preceduta da comunicazioni preventive, almeno rivolte ai clienti che hanno consegnato capi tra la fine di novembre ed i primi di dicembre". E' la denuncia che arriva da Federconsumatori Modena dopo che tre clienti si sono rivolte all'associazione dopo aver perso sia i vestiti che il denaro pagato in anticipo per la pulizia.

"La titolare è stata rintracciata faticosamente sui social, tramite un blog gestito dalla stessa; alla richiesta di restituzione dei capi rispondeva che i capi erano stati dati in beneficenza, a causa del mancato ritiro il giorno prefissato - spiega Federconsumatori - Ad una ulteriore cliente rispondeva che il 2 gennaio i capi rimasti in giacenza erano stati donati a Porta Aperta. Inutile per le clienti della lavanderia ogni tentativo di ritrovare i capi presso Porta Aperta, che ovviamente in questa vicenda è priva di ogni responsabilità".

Per Federconsumatori questo comportamento è del tutto illeggittimo: "Non solo ha omesso ai clienti l’informazione sulla prossima chiusura, ma non ha rispettato né le norme di Legge né gli usi e le consuetudini definite dalla Camera di Commercio per le lavanderie e stirerie. In essi si prevede che il ritiro dei capi debba essere effettuato entro 30 giorni dal termine indicato per la riconsegna, ma che anche oltre questa data il ritiro è ovviamente possibile, ma può essere sottoposto ad una maggiorazione del 10% per ogni mese o frazione di mese trascorsi dalla scadenza del termine suddetto. Non solo, la lavanderia risponde della conservazione dei materiali fino a 180 giorni dalla data della riconsegna pattuita, decorsi i quali questa condizione non ricorre più. Quindi la “Lavasecco Solar”, anche successivamente alla chiusura, era tenuta a conservare scrupolosamente i beni dei clienti, almeno per sei mesi.
Ora le persone coinvolte, assistite da Federconsumatori, agiranno nei confronti della titolare per l’appropriazione indebita del vestiario non riconsegnato, oltre che per i danni subiti".  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lavanderia chiude dall'oggi al domani, i capi dei clienti dati in beneficenza

ModenaToday è in caricamento