Bosco di Marzaglia, entro la fine dell'anno i lavori di riqualificazione

Sì al progetto esecutivo per interventi che favoriscono l’insediamento di specie autoctone. I lavori al via entro l’anno anche nell’area verde dell’alta velocità a Villanova

Rafforzare il valore ambientale e la capacità di resistere ai cambiamenti climatici dell’area boscata di Marzaglia e delle aree verdi lungo la linea dell’alta velocità a Villanova, favorendo la crescita di nuove piante autoctone. È questo l’obiettivo dell’intervento di miglioramento strutturale delle due aree programmato dal Comune di Modena e per il quale la Giunta, su proposta dell’assessora all’Ambiente Alessandra Filippi, ha approvato il progetto esecutivo.  

L’intervento, del valore complessivo di 74 mila 680 euro, è reso possibile grazie al finanziamento di 61 mila euro ottenuto dal progetto nell’ambito del bando del Piano di sviluppo Rurale della Regione dedicato, appunto, agli investimenti per accrescere la resilienza e il pregio ambientale di ecosistemi forestali esistenti. L’avvio dei lavori è previsto entro la fine dell’anno.

Per quanto riguarda l’area boscata di Marzaglia, il progetto riguarda la zona della pineta, cioè il nucleo più vecchio dell’Area di riequilibrio ecologico che comprende a nord di via Pomposiana, il polo ambientale del Comune, con il bosco, l’area umida e la Fattoria Centofiori. L’intervento interessa un’area a bosco che era originariamente una pineta artificiale di pino strobo, una specie esotica che, a seguito di attacchi parassitari, ha subito una moria progressiva che, nel corso del tempo, ha portato al disseccamento e al crollo di una buona parte degli alberi. Grazie, però, alle condizioni diversificate che si sono venute a creare, è iniziato l’insediamento di vegetazione spontanea di arbusti e alberi come querce, frassini e olmi che ha dato il via a una successione naturale verso un bosco di latifoglie autoctone.

Per facilitare la transizione verso questo tipo di bosco, più stabile ecologicamente, sono già stati realizzati interventi di taglio per favorire i giovani alberi. Con il nuovo progetto si interverrà per tagliare i pini secchi e rimuovere quelli crollati a terra in modo da favorire l’insediamento di altre piante giovani e la trasformazione verso un bosco “planiziale”, cioè di pianura, costituito da specie autoctone.

Nell’area di mitigazione a verde lungo la linea dell’alta velocità a Villanova, l’intervento consisterà in interventi di diradamento selettivo con l’obiettivo di favorire una crescita equilibrata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto prevede, inoltre, anche l’installazione di cartelli informativi e di segnaletica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento