Iniziati i lavori per le ciclabili delle vie Ramazzini e Lago Bracciano, fine cantiere in novembre

Intervento da mezzo milione di euro nell'ambito del Pums- Lunghezza superiore al chilometro

Sono iniziati i lavori per la realizzazione delle piste ciclopedonali nelle vie Ramazzini e Lago di Bracciano: circa 1.100 metri complessivi, dei quali 730 nel tratto fra le vie Roosevelt e Canalvecchio, e 370 tra il sottopasso ferroviario e via Roosevelt.

Un intervento da 538.000 euro, per il 55% a carico del Comune e per il resto finanziato dalla Regione nell'ambito del programma dedicato alle città con oltre 50mila abitanti che hanno avviato la redazione dei “Piani Urbani per la Mobilità Sostenibile” (P.U.M.S.).

Oltre a questa ciclopedonale, ne sono previste a breve altre due: circa 500 metri su via Nuova Ponente tra l'incrocio vie Lenin-Bollitora e la tangenziale Losi (inizio lavori entro luglio); e circa 600 metri a di San Marino (cantiere in settembre).

Ulteriori 20 chilometri di piste saranno “tracciati” in strade ordinarie, con segnaletica verticale e orizzontale, comprendente anche spazi dedicati negli incroci con semaforo, davanti alla linea d'arresto, per consentire ai ciclisti di ripartire prima delle auto ferme dietro di loro (le cosiddette “case avanzate”). Nel complesso, la rete di ciclopedonali del Comune passerà da 55 a 77 chilometri: un incremento del 40 per cento.

Il termine dei lavori nelle vie Ramazzini e Lago di Bracciano è previsto a fine anno: le strade interessate dal cantiere resteranno aperte al traffico dei veicoli, che sarà gestito di volta in volta, nel tratto interessato, a senso unico alternato secondo le indicazioni e la segnaletica presente in loco. In caso di maltempo o imprevisti i lavori saranno spostati al primo giorno utile successivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento