Domenica, 26 Settembre 2021
Attualità Pavullo nel Frignano

Nuovo Pronto Soccorso di Pavullo, ancora un anno per completare la struttura

Proseguono i lavori per dotare l’ospedale di nuovi ambienti per migliorare la gestione dei pazienti a cui si aggiungeranno strumentazioni di ultima generazione. Il progetto aggiornato alla luce delle nuove esigenze imposte dall’emergenza covid

Tra circa un anno l’Ospedale di Pavullo avrà il suo nuovo Pronto Soccorso. Proseguono i lavori per la realizzazione del nuovo edificio, le cui funzioni oggi sono assolte da una struttura temporanea realizzata a fianco dell’ingresso principale. Il programma prevede il termine del cantiere a gennaio 2022 e – dopo collaudi e il posizionamento delle attrezzature – l’inaugurazione effettiva la prossima primavera. Nelle ultime settimane sono già state completate alcune porzioni del progetto, tra cui una parte del nuovo corridoio che condurrà al PS. L’investimento, del valore di 2 milioni 800mila euro (più 400mila euro aggiuntivi per arredi e attrezzature), comprende la trasformazione completa degli ambienti con l’adeguamento alle normative su sicurezza ed impianti, e soprattutto nuovi spazi e nuovi percorsi per rispondere all’obiettivo di ridurre i tempi di permanenza in Pronto soccorso. L’ampliamento porterà a una superficie di 798 metri quadri, circa 200 metri quadri in più rispetto alla precedente. Nei nuovi locali, che saranno razionalizzati e riorganizzati, sarà infatti possibile migliorare i percorsi d’accesso e presa in carico-gestione degli utenti e promuovere percorsi clinico assistenziali innovativi.

Inoltre, attraverso una variante al progetto approvata nel 2020 in seguito all’inizio dell’emergenza Covid, il nuovo PS sarà dotato di un’area di isolamento per pazienti affetti da patologie infettive, con percorsi d’accesso differenziati in base alla sintomatologia. Al contempo, all’Ospedale di Pavullo prosegue anche il cantiere di adeguamento antincendio avviato lo scorso anno, che vedrà la sua conclusione nei prossimi mesi.

“Dopo un lungo lavoro, possiamo finalmente ipotizzare l’inaugurazione del nuovo Pronto  Soccorso la prossima primavera – dichiara Gabriele Romani, Direttore Sanitario dell’Ospedale di Pavullo –. La nuova struttura, rispetto alla precedente, vedrà  un ampliamento della superficie che consentirà una netta separazione tra i percorsi sporchi e puliti. Potremo inoltre gestire i pazienti che necessitano di un’osservazione breve intensiva (OBI), che al momento, per problemi di spazio, avviene in un altro reparto dell’ospedale. Questo farà sì che il paziente entrerà al PS e potrà essere curato nel migliore dei modi, grazie a strumentazioni moderne, tra cui una sala radiologica che permetterà una diagnosi sia dal punto di vista ortopedico che dei problemi respiratori direttamente in PS e alla professionalità del nostro personale”.

“La creazione del nuovo Pronto Soccorso di Pavullo tiene conto di una serie di accorgimenti per favorire il lavoro di medici e infermieri e mantenere alto il livello di sicurezza dei pazienti che ci saranno affidati – afferma Giovanni Violi, Direttore del Pronto Soccorso di Pavullo -. I principi che stanno guidando la sua realizzazione sono scaturiti anche dall’insegnamento sofferto ma prezioso della pandemia attuale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Pronto Soccorso di Pavullo, ancora un anno per completare la struttura

ModenaToday è in caricamento