Partono i lavori per l'ampliamento del Pronto Soccorso di Vignola

Spazi più ampi per far fronte ai volumi di accesso e alle norme anticovid. Lavori per 1,3 milioni

Partiranno all’inizio della prossima settimana i lavori di ampliamento del Pronto soccorso di Vignola, nell’ambito dei progetti previsti dal decreto del Commissario Straordinario per l’emergenza Covid19, e finalizzati a un adeguamento funzionale degli ambienti alle nuove esigenze di sicurezza legate alla pandemia. Il valore complessivo dell’investimento, di oltre un milione 300mila euro (finanziato con ex art. 2 DL 19 maggio 2020, n. 34) prevede sia la fase di lavori, che l’allestimento di attrezzature elettromedicali, arredi e tecnologie informatiche.

 Grazie a questo intervento sarà possibile disporre di spazi più ampi, tali da consentire la presa in carico del crescente numero di cittadini che vi si rivolgono, oltre al distanziamento sia in fase di attesa che di visita, e locali da adibire all’isolamento dei casi sospetti. I lavori impatteranno in parte sulla viabilità e sui parcheggi intorno all’Ospedale, con la modifica dell’accesso al PS che sarà presso il porticato alla sinistra dell’ingresso principale della struttura, attraverso la porta appositamente segnalata. Anche i parcheggi sono stati rimodulati, con la definizione di spazi riservati ai cittadini che accedono in emergenza.

“Ci scusiamo con i cittadini per i disagi che potranno eventualmente subire dalla nuova viabilità e dal cantiere – commenta la sindaca di Vignola Emilia Muratori – ma si tratta di lavori attesi dalla cittadinanza e dagli operatori che porteranno a un rafforzamento della funzionalità del Pronto soccorso del nostro ospedale anche in previsione delle future necessità, primo cantiere di una serie che, fin dai prossimi mesi, cambierà, migliorandola, l’offerta di servizi socio-sanitari del nostro territorio”.

“Stiamo lavorando per ridurre al minimo le difficoltà nell’accesso per il periodo della durata del cantiere – dichiara Federica Casoni, direttore medico dell’Ospedale -. Con questi lavori avremo certamente una struttura più funzionale, più ampia, adeguata ad accogliere il crescente numero di cittadini che si rivolgono al nostro PS. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri operatori, che sin dall’inizio dell’emergenza e ancora oggi in questo momento in cui la situazione è ancora più complessa, hanno continuato a lavorare con competenza e dedizione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento