Attualità Maranello

Scuole di Maranello, oltre un milione per la riqualificazione di tre edifici

Finanziato e approvato anche il progetto antisismico per le medie Galilei. Proseguono i lavori alle Cassiani e al nido Aquilone, pronti per settembre

Nei giorni scorsi il Comune di Maranello ha raggiunto nuove e importanti tappe sul tema dell’edilizia scolastica, che resta prioritario per la Giunta in carica e che prevede investimenti per 1 milione e 124mila euro nel prossimo biennio, per tre edifici. Mentre proseguono, in linea con il cronoprogramma, i lavori di efficientamento energetico e riqualificazione del tetto presso la scuola materna Cassiani e il nido Aquilone, l’Amministrazione comunale si è infatti aggiudicata di recente un altro finanziamento che le consentirà di intervenire in modo analogo anche sulla copertura della scuola materna Agazzi. Inoltre, la Giunta maranellese ha approvato il progetto esecutivo per l’adeguamento antisismico delle scuole medie ‘Ferrari-Galilei’: un intervento, anche questo, sostenuto economicamente da un contributo già intercettato attraverso un bando.

“Fin dall’inizio del mandato - spiega il Sindaco Luigi Zironi - abbiamo partecipato a diversi bandi relativi all’edilizia scolastica. Nel caso delle Cassiani e delle Agazzi ci siamo trovati di fronte ad edifici che, a causa dell’età, presentavano alcune criticità dovute ad infiltrazioni d’acqua dal tetto in occasione di forti temporali, mentre per le scuole medie ‘Ferrari-Galilei’ abbiamo puntato ad innalzare ulteriormente la capacità antisismica dello stabile. Così abbiamo dato la priorità a queste situazioni e in tutte e tre i casi siamo riusciti ad intercettare finanziamenti ingenti dalla Regione e dal Governo, che ci hanno permesso di intervenire in modo adeguato”.

Riguardo alle Agazzi, il contributo intercettato attraverso un bando regionale, finanziato con fondi provenienti dal Ministero dell’Ambiente, ammonta a 138mila euro e andrà a coprire il 70% delle spese necessarie per l’intervento, 190mila circa. Il progetto preliminare era stato approvato dalla giunta in tempo utile per partecipare al bando ed è ora in via di elaborazione nella sua versione esecutiva, che sarà pronta nei prossimi mesi e alla quale seguirà l’erogazione del contributo. I lavori verranno comunque affidati nel corso del 2022, con l’intenzione di effettuarli durante l’estate del prossimo anno, a lezioni sospese, per ridurre al minimo i disagi per le famiglie e per evitare di interrompere il servizio anche solo per un giorno.

Invece alle Cassiani e al nido Aquilone, ospitati nello stesso immobile, l’intervento sulla copertura è tuttora in corso e si concluderà entro l’inizio dell’anno scolastico. In questo frangente i lavori sono costati 175mila euro: 70mila euro provenienti dalla Regione, il resto a carico del Comune di Maranello. Più nel dettaglio si sta procedendo con la revisione del sistema di impermeabilizzazione del solaio e dei canali di gronda, con l’inserimento di un nuovo manto di copertura e di nuovi pannelli isolanti. Tutti interventi finalizzati a migliorare le performance energetiche e funzionali dell’edificio, nonché a ridurne l’impatto ambientale e le spese di gestione, e che saranno di fatto replicati tra un anno anche alle Agazzi.

Recentemente la Giunta ha anche approvato il progetto esecutivo che innalzerà le scuole medie ‘Ferrari-Galilei’ alla classe di resistenza sismica più elevata, passando dall’attuale resistenza alle sollecitazioni, che raggiunge il 70%, ad una resistenza potenziale del 100%. I costi complessivi dell’intervento ammontano a 759mila euro, ma sono in buona parte coperti da un finanziamento governativo da 531mila euro, intercettato attraverso un bando del Ministero dell’Istruzione che ha premiato la qualità del progetto elaborato dall’Ufficio Tecnico comunale. I lavori, ora in attesa dell’affidamento tramite gara, sono stati programmati in modo da non modificare la spazialità della scuola e le sue linee architettoniche. Saranno inoltre suddivisi in due stralci, previsti per le estati del 2022 e del 2023 per non interrompere le lezioni e non causare disagi alle famiglie degli alunni, peraltro evitando il ricorso a soluzioni temporanee esterne.

“Anche se sui lavori pubblici - aggiunge l’Assessore Chiara Ferrari - grava l’incognita sui tempi di consegna dei materiali e l'aumento generalizzato dei prezzi, che stanno mettendo in difficoltà le ditte edili sia sui cronoprogrammi sia sulla possibilità di partecipare alle gare stesse, l'Amministrazione prosegue con una copiosa e intensa campagna di interventi di riqualificazione del patrimonio pubblico, soprattutto per quanto concerne gli edifici scolastici e gli impianti sportivi. Pertanto, se pure nei prossimi mesi ci sarà da mettere in conto qualche criticità sui cantieri, non ci faremo scoraggiare e per quanto ci compete cercheremo fin da subito le migliori soluzioni possibili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole di Maranello, oltre un milione per la riqualificazione di tre edifici

ModenaToday è in caricamento