‘Let’s Clean Up Europe’: ultimi giorni per partecipare con Hera alla campagna europea di ‘pulizie di primavera’

La multiutility aderisce all’iniziativa che coinvolge enti, associazioni, gruppi di cittadini nella raccolta di materiali abbandonati. A coloro che faranno richiesta entro il 26 aprile, Hera fornirà gratuitamente materiali come guanti e sacchi, inoltre si occuperà del trasporto e corretto trattamento dei rifiuti raccolti

Una campagna che ha come obiettivo la sensibilizzazione collettiva al rispetto dell’ambiente, portando ogni individuo ad impegnarsi per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nei luoghi pubblici; è questa Let’s Clean Up Europe, l’iniziativa europea, giunta alla sua sesta edizione, che esorta associazioni e cittadini a scendere letteralmente in campo per raccogliere i rifiuti abbandonati e dare maggiore decoro a luoghi frequentati da tutti. Let’s Clean Up Europe è una sorte di ‘pulizia di primavera’ che si svolgerà dal 10 al 12 maggio.

All’iniziativa ha aderito anche Hera, che si offre a concreto sostegno di associazioni, enti e gruppi di cittadini che vi parteciperanno. Innanzitutto, a chi farà richiesta entro il 26 aprile, la multiutility consegnerà gratuitamente, fino ad esaurimento scorte, i materiali utili alla raccolta, ad esempio guanti, sacchi, rastrellini, scope, ecc. 

Inoltre Hera provvederà, sempre gratuitamente, al ritiro di tutti i rifiuti raccolti nelle due giornate di pulizia straordinaria e al loro invio a corretto trattamento. Ovviamente gli interventi e le zone di pulizia dovranno essere verificati con i tecnici della multiutility preposti ai servizi territoriali di raccolta rifiuti.

Le richieste per ottenere gratuitamente il materiale di supporto devono essere inoltrate entro il 26 aprile 2019 al Servizio Clienti di Hera telefonando al numero 800.999.500, gratuito e attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 22, il sabato dalle 8 alle 18.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento