Caos aule al "Barozzi", gli studenti chiedono un incontro e minacciano di non iniziare le lezioni

I rappresentanti degli alunni lamentano di non essere stati coinvolti nelle decisioni assunte dalla Provincia circa la ripartizione degli spazi

Dopo le proteste del corpo docente, anche alcuni studenti dell'Istituto Barozzi di Modena scrivono al Presidente della Provincia Gian Domenico Tomei affrontando il tema degli spazi scolastici a disposizione dell'istituto tecnico a partire da settembre. La "contesa" vede al centro la suddivisione delle aule che saranno ricavate al'interno dell'ex mensa Cir adiacente all'edificio scolastico: aule sulle quali il Barozzi contava, ma che saranno spartite con il vicino Liceo Classico Muratori.

Una decisione della Provincia che, sommata ai disagi causati dai lavori di consolidamento antisismico, hanno creato parecchio malumore al tecnico, che si è visto contretto a rinunciare ad un aumento significativo della popolazione scolastica.

Due rappresentanti della scuola di viale Monte Kosica hanno quindi deciso di scrivere alla Provincia anche ai nome dei loro compagni. Questa la lettera aperta:

Caro Presidente,

Utilizziamo questa forma di comunicazione perché altri interventi di vario tipo sono stati completamente ignorati.

Noi studenti del Barozzi non ci siamo ancora fatti “sentire” in merito alla cessione delle NOSTRE aule ad altro Istituto (Liceo Muratori) in quanto la maggior parte di noi (1300 circa) sono ancora in vacanza.

Molti studenti e genitori hanno posto domande, secondo noi molto semplici, in vari commenti a post propagandistici in cui si vantava il progresso nella messa in sicurezza delle scuole per una riapertura ben organizzata. Nel post erano citate tutte le scuole, tranne il Barozzi. Nessuna risposta a quelle domande è giunta né dal sig. sindaco né da lei.

Noi non vogliamo descrivere cos'è il Barozzi, è sotto gli occhi di tutti come questa scuola sia in crescita sia per numeri che per qualità. Basti pensare ai numerosi progetti che vengono messi in atto ogni anno dai nostri prof e che non escludono nessuno di noi.

Si metta per un attimo nei nostri panni: abbiamo dei punti fermi, vero riferimento, che sono i nostri Docenti e la nostra Dirigente. Di colpo, un giorno di luglio, ci fate sospettare che i nostri prof e la nostra Preside mentano, che quello che affermano circa la possibilità di rientrare a scuola non è vero. Che voi dite la verità e che quindi non volete neanche ascoltarli.

Noi studenti non troviamo corretto che una scuola già penalizzata e già divisa in due per lavori di ristrutturazione debba subire un altro colpo gratuito, non ha senso consegnare aule appartenenti alla nostra scuola ad un altro istituto per far fronte ad un boom di iscrizioni mai esistito,escludendo così molti dei nostri compagni.

Il messaggio che ci è arrivato è che altri studenti di un altro Istituto, il Liceo Muratori, debbano essere messi in sicurezza in spazi adeguati e NOI no. Potrebbe nascere un conflitto tra studenti, non è bello, vero Presidente? Perché seminare questi dubbi quando basterebbe un confronto? Non è forse così che funziona la democrazia? Venga a parlarci, lo faccia presto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vogliamo delle risposte chiare, in queste condizioni non abbiamo intenzione di rientrare a scuola: staremo tutti con i 261 compagni di scuola che non avranno un banco, se non capiamo veramente quello che sta succedendo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Test sierologici gratuiti in farmacia, è necessario prenotare

  • Contagi, 81 nel modenese. Due decessi e due ingressi in Terapia Intensiva

  • Scuole, contagi in altre 21 classi. Cinque finiscono in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento