Ausl. Oncologia Area Sud, la nuova responsabile è Lucia Longo

Prima in servizio all’Oncologia di Carpi e Mirandola, succede a Giovanni Partesotti, che va in pensione dopo 38 anni di lavoro svolto con professionalità, competenza e sensibilità nei confronti dei pazienti

Lucia Longo è la nuova responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Area Sud dell’Azienda USL di Modena, che comprende i Day service oncologici degli ospedali di Sassuolo, Vignola e Pavullo. 50 anni, madre di due figlie, è laureata in Medicina e chirurgia all’Università di Modena, con specializzazione in Oncologia. Il suo è un “ritorno alle origini”: dal 2000 al 2002 infatti la dottoressa Longo operava all’interno della Medicina interna e del Day hospital dell’Ospedale di Pavullo. Nel 2002 il trasferimento in Romagna, lavorando come dirigente medico presso le sedi di Faenza e Ravenna. Conclusa l’esperienza romagnola, è del 2004 il ritorno all’AUSL di Modena, in qualità di responsabile degli ambulatori di ginecologia e di patologia polmonare dell’Unità Operativa di Oncologia Area Nord, operando presso gli ospedali di Carpi e Mirandola. Nei giorni scorsi la nomina a responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Area Sud.

Longo raccoglie il testimone da Giovanni Partesottiin pensione da alcuni giorni dopo essere stato in forza all’Azienda per 38 anni. Partesotti ha sempre svolto la propria attività professionale con competenza e grandi doti umane, prima a favore della comunità sassolese e, successivamente, dei Distretti di Pavullo e Vignola, con la realizzazione dei Day service oncologici dei due ospedali. La sua attività lavorativa, iniziata nel 1981 come assistente medico presso l’Ospedale di Sassuolo, è stata sempre improntata alla collaborazione con il territorio, in particolare con i Medici di medicina generale, le associazioni di volontariato, le altre istituzioni oncologiche regionali e nazionali e i reparti di chirurgia per consentire ai pazienti di poter effettuare percorsi diagnostici e terapeutici vicini al loro domicilio garantendo competenza, qualità ed appropriatezza delle cure. Inoltre ha posto particolare attenzione al controllo dei sintomi e all’aspetto, per nulla secondario, della comunicazione nei confronti del paziente oncologico, specie nella fase avanzata della malattia. Altra priorità perseguita da Partesotti durante la sua lunga carriera è stata la promozione della cultura delle cure palliative, con la loro applicazione anche in fase precoce di malattia.

A Partesotti va il saluto e il ringraziamento dell’Azienda USL di Modena per il lavoro svolto con dedizione, senso di appartenenza e responsabilità, oltre che per l’arricchimento professionale e umano che ha regalato a chi ha lavorato con lui. Alla dottoressa Longo gli auguri di buon lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Pesanti tagli per Unicredit, "A rischio una ventina di filiali tra Modena e Reggio"

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Lite e coltellata a scuola fra due studenti. Intervengono i carabinieri

Torna su
ModenaToday è in caricamento