A Maranello si va a scuola con le borracce per ridurre la plastica per il progetto “Water No Waste”

Distribuiti agli studenti di elementari e medie oltre 1300 contenitori in alluminio per sostituire le bottigliette. Altri andranno a docenti, personale scolastico, dipendenti e consiglieri comunali

Borracce in alluminio per ridurre l’inquinamento e gli sprechi: a Maranello il progetto “Water No Waste” entra nelle scuole con la distribuzione agli studenti di elementari e medie di oltre 1300 borracce da parte dell’amministrazione comunale.

La prima parte della consegna è avvenuta nei giorni scorsi nelle scuole Stradi e Ferrari di Maranello e si concluderà questo venerdì 23 ottobre alle primarie Rodari di Pozza. Il Comune di Maranello da anni lavora per favorire l’utilizzo dell’acqua pubblica da parte della cittadinanza: l’acqua in bottiglia non viene più utilizzata nelle mense scolastiche già dal 2010 e negli uffici pubblici è possibile prelevare acqua pubblica da appositi distributori. Nel 2018 è stata installata la “Casa dell’acqua” in Piazza Amendola, dove è possibile prelevare l’acqua risparmiando plastica e denaro.

Ora con la dotazione di una borraccia per ogni bambino e ragazzo che frequenta le scuole cittadine, il progetto compie un passo in avanti importante. Gli studenti potranno eliminare del tutto l’utilizzo di acqua in bottiglia, riducendo così il volume degli imballaggi in plastica e la produzione di rifiuti: ipotizzando un consumo medio di tre bottigliette da mezzo litro a settimana, se tutti gli alunni dai 6 ai 13 utilizzassero la borraccia si risparmierebbero 180.000 bottiglie di plastica ogni anno, pari a circa 18.000 kg.

E’ un progetto importante di sensibilizzazione alla riduzione degli sprechi e della plastica, tema sempre più centrale nelle nostre comunità- affermano gli assessori Elisabetta Marsigliante (ambiente) e Alessio Costetti (istruzione)- Durante la distribuzione delle borracce nelle scuole abbiamo visto un forte interesse da parte di bambini e ragazzi: sono le generazioni giovani e giovanissime a manifestare una bella sensibilità per il futuro dell’ambiente in cui viviamo, l’auspicio è che anche a partire da loro la si possa trasmettere alla famiglia e al mondo degli adulti”.

Il progetto è reso possibile grazie al bando regionale 2019 per l’erogazione di contributi per la realizzazione di progetti comunali di prevenzione e riduzione di rifiuti di Atersir. Oltre alla distribuzione nelle classi, le borracce in alluminio saranno consegnate nelle prossime settimane ai docenti e al personale scolastico e a tutti i dipendenti e consiglieri comunali, per un totale di circa 1700 contenitori. Il Comune di Maranello è impegnato da tempo sul fronte della riduzione degli sprechi energetici, di cibo o di altra natura. Tra gli interventi attivati, negli ultimi anni sono state introdotte nelle scuole le “family bag” da utilizzare per portare a casa gli avanzi di cibo della mensa e lampadine a led per sostituire quelle esauste. Buone pratiche che hanno ottenuto riconoscimenti pubblici come i premi “Comuni Virtuosi” 2016 per la categoria rifiuti e “Vivere a speco zero” 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento