L'Arma di Modena accoglie Marco Pucciatti, si insedia il nuovo Comandante provinciale

Il colonnello Pucciatti, 46 anni, è operativo da oggi nell'ufficio lasciato nei giorni scorsi dal pari grado Giovanni Balboni. Per lui esperienze operative in Lazio, Puglia e Campania, oltre ad un importante incarico diplomatico a Bruxelles

A partire da oggi, 19 agosto, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Modena è affidato al colonnello Marco Pucciatti. Nato a Viterbo 46 anni fa, sposato con una figlia, Pucciatti è alla sua prima esperienza in questo specifico ruolo, dopo aver ricoperto diversi incarichi in più regioni, aver maturato esperienze presso il Comando Generale dell’Arma a Roma e aver partecipato a due missioni all'estero.

Nell'incontro con la stampa locale, verso la quale ha dimostrato la massima apertura, Pucciatti si è detto "onorato di entrare a far parte della comunità modenese". "Sono felicissimo - ha aggiunto - dell'incarico ma altresì consapevole della delicatezza di questo territorio, che è un territorio centrale geograficamente ma anche per le dinamiche che vi si sviluppano. Sono consapevole della forza del gruppo del Comando Provinciale e della continuità dei risultati che cercheremo di offrire nei prossimi tempi. Ringrazio il mio predecessore Giovanni Balboni che mi ha permesso di conoscere le priorità d questo territorio e fin da subito di conoscere le esigenze dei cittadini e della comunità. Comunità che spero di conoscere fin da subito: da domani mi porterò sul territorio per conoscere i miei carabinieri, le loro esigenze, capire come lavorano ed essere fin da subito al fianco della gente, così come facciamo da sempre noi Carabinieri". 

Laureato in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze della Sicurezza Interna ed Esterna, ha iniziato la sua carriera militare proprio a Modena, ovviamente presso l'Accademia Militare, dal quale è uscito nel 1994 insieme ai commilitoni del 174° corso “Coraggio”. Dopo aver ricoperto incarichi di comando presso la Scuola Allievi di Iglesias e il 1° Reggimento Carabinieri paracadutisti di Livorno, ha svolto la sua attività "operativa" al comando delle compagnie di Montella (AV), Palestrina e Anzio (Roma) e Fasano (BR).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sua carriera è poi proseguita a Roma presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, dove è stato Addetto e Capo della 1^ Sezione dell’Ufficio Ordinamento e successivamente Capo della Sala Operativa dell’Ufficio Operazioni, il cuore del coordinamento di tutte le operazioni dell’Arma in Italia e all’estero. Nella sua esperienza vanta anche la partecipazione alle attività svolte sotto l'egida della Nato in Bosnia Erzegovina e Kosovo, mentre tra il 2015 e 2017 ha ricoperto funzioni diplomatiche presso la Rappresentanza Permanente dell’Italia presso l’Ue di Bruxelles, partecipando anche alle attività di stesura legislativa delle norme comunitarie sulla sicurezza e la cooperazione internazionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Modena usano... il freddo!

  • Festa de L'Unità, prime anticipazioni sugli spettacoli di Ponte Alto

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento