Attualità

Mirandola. Col Cup al centro estivo tra mare e montagna

Mirasummer, porta il centro estivo al mare ed in montagna. I camp estivi mirandolesi rivolti a bambini e ragazzi iniziati lunedì scorso, 7 giugno, offrono ora una nuova possibilità di socializzazione e svago per quanti decideranno di aderire: un soggiorno di una settimana in una località turistica, balenare o montana della regione

Mirasummer, porta il centro estivo al mare ed in montagna. I camp estivi mirandolesi rivolti a bambini e ragazzi iniziati lunedì scorso, 7 giugno, offrono ora una nuova possibilità di socializzazione e svago per quanti decideranno di aderire: un soggiorno di una settimana in una località turistica, balenare o montana della regione. “E’ un ulteriore opportunità quella che abbiamo voluto inserire nell’offerta di quest’anno – afferma l’Assessore alla Cultura e Innovazione Marina Marchial fine di incrementare la qualità di un servizio estivo scelto da tante famiglie mirandolesi per i loro bimbi. Il campo estivo quindi costituirà un momento ulteriore di gioco e divertimento anche in spiaggia o sui monti dell’Appennino, ma anche culturale ed educativo.”

Il progetto, denominato “Mirasummer camp”, sarà gestito come i centri estivi comunali da parte dell'A.S.D. Comitato Unitario delle Polisportive. Si rivolge a bambini con un’età compresa tra gli otto e dodici anni e si terrà presso due località turistiche della Regione: Lido delle Nazioni (dal 21 al 27 giugno) e Sestola sull’Appennino Modenese (dal 4 al 10 luglio).

“Sport, svago, attività ludiche rappresentano gli obiettivi dell’iniziativa, col fine di consentire il divertimento e l’esperienza del centro estivo anche lontano da Mirandola, per una settimana e in un contesto vacanziero. A seguire i piccoli ospiti saranno educatori competenti e qualificati, sempre in sicurezza e in completa osservanza dei protocolli Covid. Si vuole in questo modo dare l'occasione ai bambini di riscoprire la natura, il gioco partecipato e nuovi contesti, dopo i lunghi mesi di chiusura e di forzato distacco”, afferma l’Assessore Marchi.

Quanto alle rette di partecipazione, come è avvenuto per i centri estivi a Mirandola, la linea che l’Amministrazione comunale ha voluto perseguire è la medesima dei costi contenuti. Per ogni bambino che aderirà al soggiorno è prevista una quota di 250 euro per una settimana al mare o in montagna, tutto incluso. Questo è stato possibile grazie al contributo erogato per il progetto dal Comune di Mirandola, ma pure da un sostegno finanziario garantito dal Gruppo Aimag.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mirandola. Col Cup al centro estivo tra mare e montagna

ModenaToday è in caricamento