Mirandola. Premiati cinque cittadini distintisi per il lavoro svolto

Una vita da mobiliere, oppure 60 anni di attività in bottega ma anche un grande impegno nella cura del verde pubblico. Sono cinque in totale le onorificenze consegnate dal Sindaco di Mirandola ai cittadini mirandolesi che si sono distinti nel corso degli anni per il lavoro svolto

Sono cinque le onorificenze, consegnate dal Sindaco di Mirandola Alberto Greco ad altrettanti cittadini mirandolesi che si sono distinti nel corso degli anni per il lavoro svolto. Ma che, in alcuni casi ancora prosegue con la stessa passione di un tempo nonostante l’età.

 “Mai in passato l’Amministrazione comunale aveva offerto un riconoscimento a chi, col proprio impegno indefesso in 50 anni e oltre, ha contribuito nel suo piccolo alla crescita di Mirandola – afferma Greco – diventando oltretutto un punto di riferimento per tanti cittadini. Ci è sembrato un modo bello ed al tempo stesso utile per ringraziarli e pure per mostrare la vicinanza dell’Amministrazione a loro ed al loro lavoro.”

Cinque dunque i cittadini che hanno ricevuto dalle mani del Sindaco il diploma e la targa in cristallo al merito del Comune di Mirandola.

I premiati

Il primo, Renato Maschi, mobiliere per una vita a Mirandola che ha raggiunto i 100 anni di età in salute. Quindi Omero Campi, per la sua ultratrentennale attività di riparazione e vendita di biciclette. È stata poi la volta di Otello Gandini, per l’impegno profuso nella cura e manutenzione del verde pubblico a Tramuschio. I fratelli Antenore e Franco Morselli, dell’omonima fioreria di via Roma per il 60anni di attività, svolta unitamente al padre Fortunato. Ultimo, Idalgo Pietro Marzolo, per i 60 anni di lavoro nella sua bottega di Mirandola come arrotino, oltre che allevatore di canarini premiato a livello mondiale.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento