Nuovo decreto, nuovo modulo di autocertificazione: cosa cambia

Nel nuovo modello si deve dichiarare di essere a conoscenza anche del DPCM del 22 marzo che riguarda la "limitazione alla possibilità di spostamento delle persone" nel territorio nazionale

Alla luce delle nuove circolari arrivate ai prefetti delle diverse città italiane è stato necessario modificare nuovamente l'autocertificazione, da utilizzare in caso di spostamenti durante l'emergenza Coronavirus.

Cliccando qui è possibile quindi scaricare il nuovo modello, compilarlo e firmarlo (o anche ricopiarlo a mano se non si è in possesso della stampante).

Rispetto al precedente modulo, il cittadino deve specificare: la residenza, il domicilio, indicare l’indirizzo di partenza e di destinazione  del percorso e il motivo dello spostamento. Nel nuovo modello si deve dichiarare di essere a conoscenza anche del DPCM del 22 marzo che riguarda la "limitazione alla possibilità di spostamento delle persone" nel territorio nazionale. 

I motivi restano "comprovate esigenze lavorative", "motivi di salute", "situazione di necessità". La voce "urgenza", sostituisce quella del "rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza". Resta invece la situazione di necessità per spostamenti all'interno dello stesso comune. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si toglie la mascherina e sputa ai carabinieri, denunciata insieme al compagno

  • Coronavirus, altri 139 casi a Modena. I decessi salgono a 61

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • LE FOTO | Modena, posti di blocco ad est e ovest della città "fantasma"

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

Torna su
ModenaToday è in caricamento