rotate-mobile
Attualità

Addio a Carlo Savigni, fondatore di Modena Radio City

Aveva 78 anni e insieme all'epopea radio si era dedicato alla fotografia, con una focus particolare sulla musica beat

E' venuto a mancare nelle scorse ore Carlo Savigni, molto conosciuto in città per essere stato uno dei protagonisti della stagione delle radio libere e anche dell'epopea beat, che proprio ha visto proprio Modena come epicentro del fermento musicale e culturale. Savigni aveva 78 anni.

Il suo nome è storicamente legato a Modena Radio City, progetto nato nel 1976 grazie alla passione di Savigni per le tecnologie analogiche che aveva imparato ad apprezzare nel negozio di dischi ed elettrodomestici del padre, in via Canalino a Modena.

Savigni intrecciò le sue vicende con quella degli artisti e dei gruppi della generazione beat, diventando fotografo ufficiale e appassionato delle esibizioni e dei personaggi.

“Carlo Savigni per i modenesi è sinonimo di radio e di creatività. E anche di libertà”, ha commentato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli. “Savigni ha sempre saputo tenere vivo in città quello spirito di creatività e libertà che ha caratterizzato la stagione delle radio libere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Carlo Savigni, fondatore di Modena Radio City

ModenaToday è in caricamento