menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto l'imprenditore Carlo Selmi, il ricordo dei sindaci del Distretto

Ha guidato per molti anni la COEM Ceramiche Spa. Fatale l'infezione da covid contratta in ospedale

È avvenuta lo scorso venerdì 16 aprile la morte del noto imprenditore del Distretto Ceramico Carlo Selmi, ricoverato all’ospedale di Sassuolo per problematiche di salute a cui si è aggiunto il Covid. Aveva 80 anni.
Selmi è stato amministratore delegato e presidente di COEM Ceramiche Spa di Roteglia, azienda che consta di 170 dipendenti e che ha uno stabilimento qui a Fiorano Modenese in via Cameazzo, denominato “Ceramica Fioranese”, costituito da 130 dipendenti.

“Se n’è andato – afferma il sindaco Francesco Tosi – un altro pioniere del mondo ceramico. Se n’è andato un grande imprenditore, un uomo riservato e apprezzato, anche dai dipendenti, soprattutto per la sua umanità e generosità personale. Esprimo alla famiglia sinceri sentimenti di condoglianza come pure ai lavoratori della Ceramica Fioranese e della COEM. Non dimenticheremo il suo esempio”.
I funerali di Carlo Selmi avverranno oggi presso il Duomo di San Giorgio e a seguire presso il cimitero di Fiorano Modenese.

Uno dei pionieri del mondo ceramico che con tenacia, intuito e lungimiranza seppe trasformare la nostra terra in un esempio mondiale di produttività ed innovazione offrendo lavoro e benessere a centinaia di famiglie”, ha aggiunto il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani. Una persona riservata – prosegue il Sindaco – ma al tempo stesso generosa ed apprezzata da chiunque abbia avuto modo di lavorare con lui: ai famigliari, ai tanti amici ed ai dipendenti vanno le più sentite condoglianze a nome mio, dell’Amministrazione Comunale e dell’intera città di Sassuolo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni anti-Covid, si apre la prenotazione per i 60-64enni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento