rotate-mobile
Attualità San Felice sul Panaro

Addio a Marino Golinelli, straordinario imprenditore e filantropo

Aveva 101 anni. Bonaccini: "Persona straordinaria, figura senza tempo. Un esempio per l'Emilia-Romagna e l'Italia intera"

E' scomparso alla veneranda età di 101 anni Marino Golinelli. Originario di San Felice, viveva da tempo a Bologna, dove è deceduto. Ci lascia una figura di primissimo piano nel mondo dell'imprenditoria, capace di dare vita ad un colosso dell'industria farmaceutica, per poi dedicarsi ad attività fiantropiche rivolte in particolare ai giovani.

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, lo ricorda così: "Filantropo è una parola di cui spesso si abusa, ma Marino Golinelli lo è stato veramente: una figura straordinaria, senza tempo, innamorata del futuro e profondamente convinta che lo scopo dell'essere umano sia lavorare insieme per lasciare una società migliore ai nostri figli e nipoti. È stato un esempio non solo per l'Emilia-Romagna, ma per l'Italia intera: il nostro impegno per onorarne la memoria sarà continuare a sostenerne i progetti per far in modo che possano germogliare i tantissimi semi che Marino ha piantato. Grazie per tutto quello che hai fatto, un abbraccio sincero alla moglie Paola e a tutta la famiglia, a nome mio personale, della Giunta regionale e dell'intera comunità emiliano-romagnola".

Chi è Marino Golinelli

Marino Golinelli nasce a San Felice sul Panaro l’11 ottobre 1920. Nel 1943 si laurea in Farmacia all’Università di Bologna. Il 24 gennaio 1948 rileva un piccolo laboratorio a Bologna e intraprende un’attività indipendente per la produzione di farmaci. Fonda Biochimici A.L.F.A., poi Alfa Wasserman, colosso dell’industria farmaceutica; nel 2015 si fonde con il ramo italiano di Sigma-Tau, dando vita ad Alfasigma, di cui è presidente onorario.

Nel 1988 nasce a Bologna la Fondazione che porta il suo nome, con l’obiettivo di promuovere l’educazione e la formazione, di diffondere la cultura, di favorire la crescita intellettuale, responsabile ed etica dei giovani. Oggi Fondazione Golinelli è l’unico esempio italiano di fondazione privata ispirata al modello delle grandi fondazioni filantropiche americane. Grazie a un importante intervento di riqualificazione urbana, nel  2015 realizza Opificio Golinelli, nel 2017 il Centro Arti e Scienze Golinelli, mentre nel 2018 è in corso la costruzione dell’Incubatore per nuove realtà imprenditoriali.

Nel 2001 riceve la laurea honoris causa in Conservazione dei Beni culturali dall’Alma Mater, nel 2010 viene insignito del Nettuno d’Oro da parte del Comune di Bologna. Nel 2018 riceve la laurea honoris causa in Biotecnologie Mediche dall’Università di Modena e Reggio Emilia.

Golinelli è stato fondatore e presidente onorario di Fondazione Golinelli, nella quale ha investito oltre 80 milioni di euro, realizzando una vera e propria cittadella della conoscenza e della cultura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio a Marino Golinelli, straordinario imprenditore e filantropo

ModenaToday è in caricamento