E' morto padre Sebastiano Bernardini, un "acrobata" della fede

Il religioso aveva 92 anni ed era ricoverato da tempo. E' stato punto di riferimento non solo per la sua comunità Pavullese, ma anche per la città di Sassuolo, di cui era divenuto cittadino onorario

Nella notte si è spento padre Sebastiano Bernardini, al secolo Medardo, nato 92 anni fa a Pavullo. Frate Cappuccino, ultimo dei suoi nel Frignano, è stato un religioso particolarmente attivo e molto conosciuto nel modenese per le sue tante attività. Il decesso è avvenuto presso l'ospedale di Pavullo dove il frate si trovava ricoverato da diverso tempo per il progressivo aggravarsi delle sue condizioni di salute.

Figlio dei coniugi Sergio Bernardini e Domenica Bedonni - dichiarati beati da Papa Francesco - ha avuto ben 9 fratelli e sorelle, e ben 8 di questi, compreso padre Sebastiano, hanno scelto la vita missionaria o consacrata. 

Padre Sebastiano ha diviso la sua missione tra Pavullo e Sassuolo, dedicandosi in particolare ai giovani e agli anziani presso il  Ricreatorio S. Francesco a Sassuolo per 30 anni e poi presso il Centro Servizi per la terza età ‘Francesco e Chiara’ a Pavullo. Un carattere esplosivo ed esuberante che lo ha reso popolare e molto apprezzato da fedeli e non per le sue attività caritatevoli. E' stato anche fondatore del "presepe itinerante", nato con la caduta del Muro di Berlino e portato in viaggio sulle strade di tutta Europa.

Il funerale è fissato per le 9.30 di martedì prossimo presso la chiesa dei frati Cappuccini a Pavullo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

Torna su
ModenaToday è in caricamento