Movida in via Gallucci: "Serve rigore o gli eventi dal vivo sono a rischio"

Muzzarelli interviene dopo le segnalazioni della "ressa" nella via del centro storico

foto da Facebook

Le foto scattate sabato sera, 26 settembre, in via Gallucci hanno fatto rapidamente il giro dei social e innescato immancabili polemiche. La via della movida cittadina, infatti, è stata teatro di un concerto live che ha attirato molti spettatori, oltre ai tanti giovani che abitualmente si ritrovano presso il tanti locali della via, generando un consistente assembramento, per altro con poche mascherine indossate.

Una scena purtroppo non del tutto nuova nei luoghi della movida cittadina e che ha già portato nei mesi scorsi ad alcune sanzioni per gli esercenti. Ricordiamo, infatti, che è ancora in vigore l'ordinanza del Ministero della Salute che impone l'uso della mascherina anche nei luoghi aperti molto frequentati, come appunto le vie della movida, dalle ore 18 alle ore 6.

In risposta alle segnalazioni di quanto accaduto sabato sera è intervenuto anche il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, che sul proprio profilo social ha scritto: "La nostra posizione è molto chiara: con "Tavolini sotto le stelle" e in generale con gli eventi estivi abbiamo sottoscritto un patto di responsabilità con tutta la città, dagli esercenti a tutti i cittadini, in grandissima maggioranza responsabili. Bisogna che il rigore prosegua, altrimenti, come ho detto nel servizio, gli eventi dal vivo sarebbero a rischio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Innegabile, però, che in questo ultimo periodo i controlli e le relative sanzioni siano gradualmente venuti meno e che contestualmente il comportamento di molti avventori si sia dimostrato scorretto e imprudente. Poco invidiabile il ruolo dell'Amministrazione, che si trova a dover mediare tra le esigenze delle attività commerciali e quelle della pubblica sicurezza, che talvolta entrano in un conflitto insanabile. La linea adottata nella seconda parte dell'estate - non solo dal Comune, ma dall'insieme delle forze di polizia - ha tentato di privilegiare il "desiderio di ripartenza" di cittadini e pubblici esercizi: con la stagione fredda, però, le cose potrebbero cambiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • A Modena 100 nuovi contagi. Decedute due anziane in città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento