rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Attualità Sacca / Viale Marcello Finzi

Alla Sacca un murale che denuncia l'impatto della logistica e lo sfruttamento

L'opera del Collettivo Fx si trova sotto il cavalcavia di via Finzi, accanto al polo Conad che tanto sta facendo discutere

I muri grigi del cavalcavia di via inzi, sotto la Tangenziale, da qualcghe tempo ospitano un nuovo murale. Un'opera di grandi dimensioni che "abbraccia" tutto il manufatto in cemento, accanto al biario ferroviario. Si tratta dell'opera del Collettivo Fx, noto per altri dipinti in città, tra cui il recente omaggio alle vittime dell'Eccidio delle Fonderie del 9 Gennaio.

Il tema è chiaramente reso dal disegno e di strettissima attualità: una critica diretta al sistema della logistica come "mezzo" per il moderno consumismo. Con tutte le sue implicazioni di carattere ambientale e di sfruttamento del lavoro.

Non è affatto un caso che il murale si trovi a poche decine di metri da quello che sarà il futuro Polo logistico Conad, un progetto urbanistico ormai definito e osteggiato dal comitato dei residenti, che ne contestano l'ipatto ambientale.

Il Collettivo Fx spiega: "La questione è ampia e riguarda tutti i cittadini. Qui viene declinata sul singolo progetto del polo Conad. Di questo ne siamo felicissimi perchè il murales potrà essere usato dal Comitato Villaggio Europa - Quartiere Sacca per continuare a far ragionare la Giunta su una questione fondamentale come la salute pubblica. Non scordiamoci però che non è una questione locale, di quartiere, ma che riguarda tutti noi che viviamo un territorio che punta sulla grande distribuzione e i poli logistici nonostante sia evidente il fallimento di questo modello. La logistica è il nuovo modello da sviluppare. Cambieranno il nostro modo di acquistare, di vivere le periferie, di muoverci, di respirare. La zona Sacca è destinata a questo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Sacca un murale che denuncia l'impatto della logistica e lo sfruttamento

ModenaToday è in caricamento