Mutina Boica più ecosostenibile, solo pochi chili di platica su oltre 4 tonnellate di rifiuti

Sono stati monitorati ed elaborati i risultati dello sforzo messo in campo in collaborazione con Achab Group, società specializzata sulla sostenibilità ambientale, per rendere la manifestazione plastic free: su 4.680 kg di rifiuti prodotti, la plastica è stata solo 65 kg, ovvero l'1,4%

La città di Roma aveva grandi problemi di rifiuti, in particolare organici, tant'è che nel 45 a.C. la Lex Julia Municipalis sancì il divieto di gettare rifiuti per strada e bandì una gara d'appalto per la pulizia delle strade con costi a carico dell'amministrazione pubblica e dei privati. E se Roma divenne una città imperiale fu anche grazie alla grande capacità dei romani di bonificare, canalizzare, eliminare acque e reflui. Ma tra mille problemi di certo non avevano quello della plastica. E oggi possiamo dire che anche a Mutina Boica la plastica non è più un problema, grazie alla scelta di eliminare bottiglie usa e getta e sostituirle con borracce e bicchieri riutilizzabili, magari proprio quelli personalizzati con il logo Mutina Boica. Sono stati infatti oltre 3.600 i bicchieri di plastica non usa e getta venduti nell'ambito della rievocazione storica che si è svolta il settembre scorso. Molto apprezzati dagli utenti e più volte riempiti. I numeri parlano chiaro: su 4.680 kg di rifiuti prodotti, la plastica è stata solo 65 kg, ovvero l'1,4%derivato essenzialmente da pellicole e reggette degli imballaggi in ingresso agli stand

E non solo l'impatto della plastica è stato praticamente azzerato ma, in generale, la raccolta differenziata ha superato il 90%. "Si tratta di un risultato davvero importante - commentano Fabio Andrea Ferretti insieme a Pietro Comeri di Crono Organizzazione Eventi, curatori di Mutina Boica - che, con le oltre 30.000 presenze in quattro giorni di manifestazione, ci riempie di orgoglio. Siamo molto soddisfatti, ma c'è ancora tanto da fare, soprattutto nel sensibilizzare il pubblico alla corretta differenziazione dei rifiuti. Sarebbe inoltre importante trovare soluzioni strutturali che incentivino gli organizzatori di eventi alla sostenibilità ambientale. Nel nostro caso infatti abbiamo dovuto sostenere internamente l'intero costo dell'operazione".

Mutina Boica 2019 ha quindi dimostrato che è possibile realizzare un evento completamente plastic free, messo in campo grazie allo sforzo attuato in collaborazione con l'amministrazione comunale, Hera ed Achab Group, società di comunicazione specializzata sulla sostenibilità ambientale per definire come differenziare al meglio i rifiuti. 

L'edizione 2019 di Mutina Boica ha avuto come protagonista il rapporto con gli alberi, centrali nella cultura celtica: ma iboschi non vanno solo celebrati, vanno difesi, perché il pianeta è uno. Per questo la rievocazione, che ha luogo nel polmone verde di Modena, è voluta diventare una manifestazione completamente plastic free non utilizzando più bottiglie di plastica, sacchetti e posate mono-uso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da quest'anno Mutina Boica è stata riconosciuta dal Mibact tra le principali manifestazioni nazionali meritevoli di sostegno sia dal Fondo Nazionale che dal Fondo Regionale per le Rievocazioni Storiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Coronavirus. Modena rallenta, ma si aggiungono 10 decessi

  • I numeri nei Comuni: positivi e persone in isolamento in provincia di Modena

  • Famiglia senza più soldi, dopo l'annuncio in tv la spesa arriva a casa

  • Contagio. Nuovi positivi in regione, oggi +713. Altri 88 decessi

  • Contagio. Modena resta maglia nera in Emilia-Romagna, +172 positivi

Torna su
ModenaToday è in caricamento