menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vignola, nuova palestra al Poggio e caserma dei Carabineri al "polo sicurezza"

Due progetti importanti per la città, su cui si esprimerà il Consiglio Comunale

L’area sportiva Il Poggio, a Vignola, ospiterà una nuova palestra pubblica al servizio soprattutto delle scuole che si trovano lungo via Resistenza. Il prossimo Consiglio comunale, infatti, sarà chiamato a discutere la variante al vigente Piano regolatore che consentirà di spostare in un’area vocata a polo sportivo la palestra polifunzionale inizialmente prevista nel costruendo Polo della sicurezza. In questo modo, secondo la programmazione voluta dall’Amministrazione comunale, nell’area del Polo della sicurezza si libererà uno spazio che potrà essere destinato alla costruzione della nuova caserma dei carabinieri, progetto che sarà sviluppato con le caratteristiche richieste dalle norme per ospitare un Comando di Compagnia.

“Si tratta di cambiamenti importanti – spiega il sindaco di Vignola Emilia Muratori – che abbiamo voluto per dare risposte a esigenze concrete e pressanti espresse dai cittadini. Con la nuova palestra localizzata a Il Poggio, i ragazzi delle scuole, che saranno i principali fruitori della struttura, potranno raggiungere l’edificio in maniera diretta, mentre l’offerta complessiva dell’area sportiva si amplia e si qualifica. Di converso, liberando un lotto al Polo della sicurezza potremo realizzare quella nuova caserma dei carabinieri che i cittadini, ma anche gli stessi militari, ci chiedono. Non sarà solo un edificio nuovo, ma una struttura funzionale ad ospitare un Comando di compagnia, obiettivo che ci siamo dati per poter dare migliori risposte alla domanda di sicurezza espressa dai vignolesi”.

“Il fatto che si costruiscano entrambi gli edifici in due aree che sono già di proprietà pubblica – spiega l’assessore all’Urbanistica Niccolò Pesci – ci dà maggiori garanzie sui tempi di realizzazione, in modo da non perdere opportunità. Com’è noto i finanziamenti per la palestra sono stati stanziati da tempo e ora occorre procedere con celerità e determinazione. Quanto alla caserma, gli spazi attuali non sono più adeguati alle esigenze di chi vi opera, ma soprattutto si apre un’opportunità unica per il territorio delle Terre di Castelli, il passaggio da Tenenza a Compagnia, che significa, in concreto, più uomini e una migliore strumentazione a beneficio di tutta la nostra comunità. Che una palestra vada in un’area sportiva e una caserma vada nel Polo della sicurezza, poi, risponde a un’esigenza di appropriatezza urbanistica del tutto evidente. Nel prossimo Pug, inoltre, prevediamo di ricucire l'area del Poggio con le scuole attraverso una sistemazione complessiva dell'attraversamento della circonvallazione”.

“L’Amministrazione, con queste scelte, rispetterà anche l’Ambiente – conclude la vicesindaco e assessore all’Ambiente Anna Paragliola – Le giovani piante che si trovano nell’area che ospiterà la palestra saranno ripiantate in un’altra area verde cittadina. Se il trapianto non dovesse essere possibile, l’Amministrazione si impegna comunque a piantare altrettante giovani piante, in modo che il verde di cui la città va fiera non venga depauperato o diminuito”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento