Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Nuovo accordo tra Unimore e ANMIG, Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra

L’ANMIG - Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra - sezione di Modena ha siglato un nuovo accordo con il Centro di Ricerca interdipartimentale sulle Digital Humanities di Unimore, che permetterà di assumere un giovane ricercatore con il compito di valorizzare l’importante patrimonio archivistico dell’Associazione

Si consolida la collaborazione tra ANMIG - Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra - sezione di Modena e Unimore, dalla quale già nel 2019 era nato un premio di laurea per tesi su tematiche inerenti la storia dell’Associazione e dell’edificio che la ospita, il ruolo svolto dall’Associazione all’interno della storia cittadina di Modena o tesi in ambito medico con riferimento alle disabilità ed alle mutilazioni conseguenti a fatti bellici.

L’ANMIG ha di recente siglato un nuovo accordo con il Centro di Ricerca interdipartimentale sulle Digital Humanities di Unimore, con l’obiettivo di valorizzare l’importante patrimonio archivistico dell’Associazione.

In particolare il Centro DHMore riceverà i fondi che permetteranno di attivare un contratto per un giovane ricercatore che si occupi delle attività di studio e promozione della storia dell’ANMIG, anche attraverso la raccolta delle informazioni presso le circa 180 sezioni dell’Associazione ancora attive.

La collaborazione con gli istituti storici e culturali di cui il nostro territorio è ricco - commenta il Prof. Matteo Al Kalak, Direttore del Centro DHMoRe – prosegue nel segno della digitalizzazione. La collaborazione con ANMIG rappresenta un tassello importante in questo percorso e dimostra come la convergenza degli enti culturali su un’unica piattaforma digitale sia una prospettiva sempre più proficua e promettente”.

Il Dr. Adriano Zavatti, Presidente di ANMIG Modena e di ANMIG Emilia-Romagna, nel sottolineare l'importanza per l'Associazione di questo accordo, ha affermato: “La nuova mission dell'ANMIG, dopo gli oltre 100 anni dalla fondazione, è oggi sempre più rappresentata, per noi eredi, dalla conservazione e diffusione della memoria, soprattutto per e con le giovani generazioni, come dimostrano i numerosi progetti portati avanti in questi ultimi anni, con scuole di ogni ordine e grado, per la valorizzazione dei nostri archivi, così come delle “pietre della memoria”: gli oltre 10.000 monumenti commemorativi dell'ultimo secolo, censiti in tutta Italia ed ordinati nello specifico sito di ANMIG”.

Il progetto sarà orientato inoltre alla digitalizzazione dei documenti storici conservati negli archivi dell’istituto ed andrà ad arricchire la piattaforma lodovico.medialibrary.it, dedicata alla diffusione del patrimonio culturale conservato presso gli enti culturali.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo accordo tra Unimore e ANMIG, Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra

ModenaToday è in caricamento