menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Botti di capodanno, anche a Maranello una ordinanza specifica

Vietati i fuochi artificiali in aree pubbliche e controlli della Polizia Locale

A Maranello la notte di San Silvestro sarà vietato far esplodere in aree pubbliche petardi o altri artifici pirotecnici che possano provocare danni a persone, animali o cose. Lo stesso divieto riguarda le aree private se tali esplosioni possono provocare i medesimi danni.

Il sindaco Luigi Zironi ha firmato a riguardo un’ordinanza, che resterà in vigore dalle 18 del 31 dicembre alle 18 del 1° gennaio. La decisione dell’amministrazione è maturata soprattutto con l’intento di tutelare i cittadini contro i rischi legati all’uso scorretto dei fuochi d’artificio, e con lo scopo di salvaguardare il benessere degli animali contro il disagio provocato dai botti più rumorosi (restano consentiti gli artifici con soli effetti luminosi).

La stessa ordinanza va dunque ad integrare quanto già previsto da leggi e regolamenti in vigore, in vista di un Capodanno che sfugge alle normali dinamiche.  

L’amministrazione si appella inoltre al buon senso dei cittadini, che dalle 22 del 31 dicembre alle 7 del 1° gennaio dovranno comunque rispettare il ‘coprifuoco’ stabilito dalle misure anticovid relative al periodo delle Feste.

I controlli previsti da parte della Polizia locale di Maranello riguarderanno - oltre al rispetto delle restrizioni contro la pandemia e dell’ordinanza appena emanata - anche la vendita di fuochi d’artificio, la cui regolarità è stabilita dalle normative vigenti in materia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Appartamento in fiamme a Finale Emilia, due persone in ospedale

  • Cronaca

    Violenza domestica, 26enne di Pavullo finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento