Ozono oltre la soglia, evitare l’esposizione nelle ore più calde

Si è registrato nella stazione di monitoraggio del parco Ferrari, il superamento della soglia di Ozono nell’atmosfera. Tra i rischi irritazioni alle mucose respiratorie

A causa delle alte temperature registrate negli ultimi giorni e del persistere delle condizioni di stabilità atmosferica, nella giornata di lunedì 1 luglio si sono verificati alcuni superamenti della soglia di ozono registrati dalla stazione di monitoraggio della qualità dell’aria del Parco Ferrari.

La concentrazione di ozono è risultata superiore alla soglia dalle 13 alle 14 e dalle 16 alle 18; il valore massimo è stato di 190 microgrammi per metro cubo ed è stato raggiunto tra le 17 e le 18.

L’ozono che si forma nella fascia atmosferica detta stratosfera, ovvero quella zona compresa tra i 10 e i 50 km di altezza è particolarmente utile in quanto agisce come schermo protettivo nei confronti della radiazione solare ultravioletta. L’ozono in bassa atmosfera è invece dannoso in quanto dotato di elevata capacità ossidativa nei confronti dei tessuti biologici e ha come effetto collaterale l’irritazione delle mucose respiratorie e degli occhi, che scompare se l’esposizione non è troppo intensa e prolungata.

Si consiglia pertanto alle persone più sensibili, agli anziani e ai bambini, di limitare l’esposizione evitando di svolgere attività che comportino l’aumento dell’intensità respiratoria, come attività sportive o comunque faticose, in particolare nelle ore di maggiore concentrazione di inquinanti, che sono quelle comprese tra le 13 e le 19.

Dall’inizio di giugno è attivo il piano Estate sicura, messo in opera dal Comune di Modena e dal dipartimento di Cure primarie dell’Azienda Usl con la collaborazione delle associazioni di volontariato. Nell’ambito del Piano, il settore Politiche sociali del Comune ha provveduto, nei giorni scorsi, ad allertare i servizi di accoglienza. Tra le azioni attivate con il Piano ci sono, inoltre, l’assistenza farmaceutica e i pasti a domicilio all’occorrenza, oltre a un numero verde dedicato che offre accoglienza e ascolto agli anziani in difficoltà psicologica a causa dell’isolamento e piani informativi rivolti a cittadini e collaboratrici familiari per fornire consigli su come difendersi dal grande caldo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Trova online la sua bici subata e dà appuntamento al ricettatore in piazza, insieme ai Carabinieri

  • Investito da un'auto a San Damaso, gravissimo un adolescente

Torna su
ModenaToday è in caricamento