rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Attualità Centro Storico / Piazza XX Settembre

Dopo il Nabbo Natale in tutù David Fabbri tona a Modena per "esorcizzare" il Carro a/mato

L'attivista romagnolo ieri in piazza XX Settembre per protestare contro l'opera "voluta come simbolo imperante delle sette massoniche sataniste"

La recente tradizione natalizia modenese che prevede accese discussioni sulle installazioni artistiche di piazza XX Settembre continua ad avere eco in città e fuori città. Il "Carro a/mato" di Lunati Art, che ha già subito vandalismi nei giorni scorsi, è stato oggetto di una nuova manifestazione simbolica, con il ritorno sotto la Ghirlandina di Davide Fabbri. Personaggio televisivo, attivista politico e predicatore cristiano, il noto personaggio romagnolo ha infatti messo nel mirino l'opera modenese e ha fatto tappa in città per "esorcizzarla".

Padre David, come si fa chiamare Fabbri, ha lanciato i propri strali contro il carro: "Tale obbrobrio è stato definito 'opera d'arte' per fini pacifici, quando in realtà è un'opera voluta come simbolo imperante delle sette Massoniche sataniste, le quali, purtroppo sono a conoscenza essere nella bella città di Modena molto organizzate e operative; infatti servono il loro idolo e capo supremo il diavolo, che è il Mentitore per eccellenza e veste 'i Lupi da agnelli', come in questo caso del carro armato che scandalizza i più piccoli".

Il predicatore ieri pomeriggio era in piazza e ha asperso l'opera con acqua benedetta e recitato una Coroncina della Misericordia. Proprio come avvenuto esattamente due anni fa, quando a far parlare di sè era stato il Babbo Natale ballerino con il tutù: anche in quella circostanza non era mancato "l'esorcismo" di Padre David.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il Nabbo Natale in tutù David Fabbri tona a Modena per "esorcizzare" il Carro a/mato

ModenaToday è in caricamento