rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Attualità

Piano antismog attivo dal 1 ottobre, tutte le regole da conoscere

Chi può circolare chi no. Quali i comuni coinvolti nella manovra e in quali periodi. Tutte le risposte sulla manovra in vigore da oggi

Oggi, sabato 1 ottobre, entra di nuovo in vigore il piano antinquinamento approntato dalla Regione Emilia-Romagna per cercare di ridurre l'inquinamento atmosferico. Come ogni autunno, da ormai diversi ani a questa parte, è previsto un blocco selettivo dei mezzi di trasporto, in base alla classe delle motorizzazioni, ai luoghi, ai tempi e alle condizioni della concentrazione delle polveri sottili nei vari territori.

Una serie di misure tra le quali non sempre è facile districarsi e che subiranno aggiornamenti anche in corso d'opera, con maggiori restringimenti previsti dal gennaio del 2023 e l'attesa introduzione della scatola nera per i veicoli più vecchi.

I Comuni PAIR

La prima distinzione da fare riguarda i territori, La manovra più rigida riguarda i centri urbani maggiori del nostro territorio. Parliamo quindi di Modena, Carpi, Sassuolo, Formigine e Castelfranco Emilia. A questi si aggiungono anche Maranello e Fiorano Modenese che hanno aderito volontariamente al Pair.

Fino al 31 dicembre 2022 le disposizioni sono le stesse della manovra precedente e prevedono il divieto di circolazione per i veicoli più inquinanti. I limiti alla circolazione si applicano nei centri urbani dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,30. Non possono circolare

  • veicoli Benzina Euro 0 (pre euro), Euro 1 ed Euro 2
  • veicoli Gpl/benzina o Metano/benzina Euro 0 (pre euro) ed Euro 1
  • veicoli diesel pre Euro 0 (pre euro), Euro 1, Euro 2 ed Euro 3
  • ciclomotori e motocicli Euro 0 (pre euro) ed Euro 1

Il divieto di circolazione è sospeso nelle giornate festive infrasettimanali di: martedì 1 novembre, festa di Ognissanti, giovedì 8 dicembre, festa dell’Immacolata, lunedì 26 dicembre, giorno di Santo Stefano.

Quando scatta la fase di emergenza

Le misure emergenziali scattano nel caso in cui si preveda il superamento dei limiti per il PM10 nel giorno di controllo (lunedì, mercoledì e venerdì) e nei 2 giorni successivi; si applicano nei Comuni della provincia nella quale si prevedono i superamenti. Le misure sono in vigore dal giorno seguente a quello di controllo fino al successivo giorno di controllo compreso.

Durante questi giorni sono in vigore le restrizioni ordinarie, alle quali si aggiungono: 

  • stop ai veicoli diesel euro 4 e dal 1° gennaio 2023 stop anche ai veicoli diesel euro 5
  • vietata la sosta con motore acceso
  • stop allo spandimenti di liquami con tecniche non ecosostenibili
  • stop agli impianti a biomassa legnosa fino a 3 stelle comprese
  • vietate le combustioni all'aperto (sfalci, falò, barbecue, fuochi d'artificio)
  • riduzione delle temperature, 17°C industrie e 19°C abitazioni (± 2°C)

I Comuni di pianura con restrizioni

Una misura più leggera riguarda anche alcuni comuni meno popolosi posti nelle aree di pianura. Per quanto riguarda la provincia di Modena, rientrano in questa categoria Campogalliano e Spilamberto

Da sabato 1 ottobre a domenica 30 aprile 2023 relativamente alla circolazione stradale, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30, vigerà il divieto di circolazione nell’area del centro abitato di Campogalliano, Panzano e Saliceto Buzzalino, per i veicoli privati: Euro 0, 1 e 2 alimentati a benzina e diesel; i veicoli alimentati a GPL o benzina o metano Euro 0 e 1 e i ciclomotori e motocicli Euro 0 e 1. Dal 1 gennaio 2023 sarà inoltre vietata la circolazione nell’area del centro abitato di Campogalliano, Panzano e Saliceto Buzzalino per i veicoli privati a diesel Euro 3.

Limite massimo di chilometraggio annuale per i veicoli più vecchi, arriva la scatola nera

Veicoli che possono sempre circolare

Queste categorie di veicoli possono sempre circolare in deroga alle limitazioni: 

  • autoveicoli elettrici e ibridi con motore elettrico
  • ciclomotori e motocicli elettrici
  • autoveicoli con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologati a 4 o più posti, e con almeno 2 persone, se omologati a 2 o 3 posti
  • autoveicoli immatricolati come autoveicoli per trasporti specifici e autoveicoli per uso speciale come definiti dall’art. 54 del Codice della Strada

Altre norme

Sono vietati gli abbruciamenti di residui vegetali nel periodo dal 1° ottobre al 30 aprile nelle zone di pianura est, pianura ovest e agglomerato di BolognaUso di caminetti e stufe a biomassa legnosa

Dal 1° ottobre al 30 aprile, stop a camini aperti e impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico di classe fino a 2 stelle comprese.

Le regole si applicano in tutto il territorio regionale sotto i 300 metri di altitudine (esclusi i Comuni montani), nei Comuni oggetto di infrazione per la qualità dell’aria e nel caso in cui sia presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico.

Per tutte le informazioni e gli approfondimenti sulle singole ordinanze comunali, è possibile consultare il sito Liberiamo l'Aria di Arpae.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano antismog attivo dal 1 ottobre, tutte le regole da conoscere

ModenaToday è in caricamento