rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Attualità

Ristorazione, discoteche e trasporti: le tre direttrici per i controlli del Green pass

Condivise oggi dalle autorità le direttive sulla campagna di verifiche. Attenzione anche ai canali social per bloccare i pass contraffatti

Il controllo del Green pass ancora al centro dell'attenzione delle autorità modenesi. Il Prefetto Alessandra Camporota ha presieduto questa mattina una nuova riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, allargata ai vertici dell’Azienda U.S.L., dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, dell’Ufficio Scolastico Provinciale, dell’Agenzia di Mobilità A.M.O. e di SETA S.p.a., focalizzata appunt sulla certificazione verde e sul piano di verifiche che è già partito ieri.

Super green pass e controlli: sanzionato un passeggero di un bus senza certificato verde 

In merito ai primi controlli è stato rilevato, nel primo giorno di vigenza della nuova normativa, un sostanziale rispetto delle regole imposte. Sulla base del Piano varato dal Prefetto lo scorso 2 dicembre, i controlli sul possesso del green pass si muiveranno sostanzialmente su tre direttrici. In primo luogo gli esercizi pubblici e le attività commerciali ed economiche in generale, con particolare riferimento alle attività di ristorazione. Poi i locali adibiti a sale da ballo o discoteche e quelli che, comunque, prevedono lo svolgimento occasionale di eventi.

Infine i controlli nelle autostazioni e alle fermate del trasporto pubblico locale di linea. Sui mezzi pubblici stanno operando su tutta la provincia circa 15 verificatori di Seta, con mansioni di supporto alle forze di polizia.

In Questura è stato attivato un tavolo tecnico per la trasposizione sul piano operativo delle decisioni del Comitato, mentre L'Ausl e l’Ispettorato territoriale del Lavoro stanno effettuando verifiche sul rispetto delle disposizioni in tema di possesso del green pass sui luoghi di lavoro.

Particolare attenzione è stata in questo periodo dedicata, inoltre, dalle forze di polizia ai canali di comunicazione informatica per prevenire azioni dimostrative da parte dei cosiddetti “no vax” e per contrastare il fenomeno dei certificati vaccinali contraffatti. In più, la Prefettura fa sapere che saranno effettuati controlli mirati nel periodo delle festività natalizie, con riguardo al rispetto della normativa anti-contagio, anche al fine di prevenire assembramenti nelle vie, nelle piazze e sui trasporti pubblici nel centro storico di Modena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristorazione, discoteche e trasporti: le tre direttrici per i controlli del Green pass

ModenaToday è in caricamento