Attualità

Dalla Polonia a Modena per studiare il modello di cura della Salute mentale

Un gruppo di specialisti provenienti da istituti psichiatrici di Breslavia ha visitato le strutture del Dipartimento di Salute Mentale per imparare come gestire servizi territoriali che mettono al centro la persona nella sua quotidianità

Dalla Polonia a Modena per studiare l’approccio alla Salute mentale del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Modena. Per la seconda volta in pochi mesi un gruppo di specialisti in servizio presso istituti sanitari di Breslavia è venuto in visita a Modena per studiare il metodo di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione del disagio psichico e del disturbo mentale messo in pratica dallo staff del dottor Fabrizio Starace. L’obiettivo degli specialisti polacchi (tra cui psicologi, psichiatri, esperti di arte terapia, fisioterapisti), che sono stati a Modena la scorsa settimana per tre giorni, è quello di superare il modello di ospedale psichiatrico, ancora molto presente nel Paese, e passare ad un modello focalizzato sulla vita quotidiana del paziente fuori dall’ospedale, attraverso un approccio riabilitativo che integra i Centri di salute mentale e le associazioni sul territorio.

Grazie a fondi europei il gruppo ha avviato un progetto di de-istituzionalizzazione e, dopo alcuni contatti avvenuti con il dottor Starace nell’ambito di un programma di collaborazione europeo, ha chiesto al Dipartimento di Salute Mentale di Modena di partecipare in qualità di modello innovativo da cui prendere spunto. La visita a Modena è stata organizzata dal Mental Health Center Plus di Breslavia, un ospedale che conta 1400 pazienti in cura per disturbi mentali e in cui lavorano alcuni degli specialisti coinvolti nel progetto.

Abbiamo dato ai colleghi polacchi una visione complessiva di un sistema a rete in tutte le sue articolazioni, da quelle sanitarie a quelle socio sanitarie e di comunità – spiega Fabrizio Starace Direttore del Dipartimento di Salute Mentale di Modena e Coordinatore del Tavolo sulla Salute Mentale istituito  presso il Ministero della Salute – gli esperti  hanno mostrato particolare attenzione al nostro sistema di abitazioni supportate: al posto di istituzioni residenziali che hanno il mero compito di collocare le persone abbiamo attivato abitazioni o comunità alloggio in cui la persona viene seguita in una dimensione domestica con programmi individuali e svolge attività sul territorio, dal reinserimento lavorativo, all’agricoltura sociale alle molteplici iniziative riabilitative, con i nostri specialisti”.

Durante la visita a Modena gli specialisti polacchi hanno incontrato i colleghi modenesi del Dipartimento di Salute Mentale, hanno visitato i due Centri di salute mentale diretti dalla dottoressa Marrama,  sia quello di Modena Est sia quello di Modena Ovest e sono stati nelle due  sedi dell’associazione di volontariato Insieme a noi (in via Albinelli e in località La Fonte, a Modena Ovest) che collabora con il Dipartimento di Salute mentale e offre alle persone con disagio psichico la possibilità di svolgere laboratori creativi e attività di agricoltura sociale.

Stiamo cercando di aprire a Breslavia un Centro di salute mentale come quello di Modena – spiega il dottor Damian Siwicki psichiatra al Mental Health Center Plus – abbiamo visto che l’Italia è uno dei Paesi più sviluppati nei servizi di Salute mentale di comunità e abbiamo scelto Modena anche grazie alla presenza del dottor Starace. L’aspetto dei vostri servizi che ci ha colpito di più è il lavoro di rete tra il Centro di Salute mentale e il territorio: qui la cura del paziente è soprattutto fuori dall’ospedale, viene messa al centro dell’attenzione la storia del paziente, da dove viene, la sua famiglia, il suo contesto socio-culturale. Mentre nel nostro Paese il percorso di cura è focalizzato sull’ospedale e quando il paziente esce dall’ospedale non è seguito come accade qui”.

La rete sanitaria, associativa e comunitaria che compone i servizi del Dipartimento di Salute mentale sarà protagonista di Màt, la Settimana della Salute mentale in programma dal 16 al 23 ottobre: giunta all’undicesima edizione, il programma di quest’anno torna ad essere ricco di appuntamenti, incontri, spettacoli e momenti per parlare e confrontarsi sui temi che riguardano la Salute mentale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Polonia a Modena per studiare il modello di cura della Salute mentale

ModenaToday è in caricamento