Concordia, a Villa Richeldi salgono a 29 gli anziani positivi al coronavirus

Situazione molto complessa anche in questa residenza della Bassa, dove oggi sono stati ufficializzati altri 12 positivi. L'Ausl ha inviato personale aggiuntivo per gestire l'emergenza

Un'altra casa protetta del territorio vede esplodere un focolaio di coronavirus. Si tratta della Casa Residenza per Anziani “Villa Richeldi” di Concordia, dove oggi l'Ausl ha accertato la presenza di ulteriori 12 ospiti risultati positivi ai tamponi. Nei giorni scorsi, alla comparsa di lievi sintomi in 17 ospiti della residenza, la Direzione di Gulliver (che ha in gestione la residenza) ha provveduto al loro isolamento in un’area dedicata, con personale addetto soltanto a quel nucleo, al fine di contenere eventuali ulteriori contagi, in attesa dell’esito dei tamponi.

L'amministrazione comunale di Concordia spiega: "Il responsabile della gestione e l’amministrazione comunale hanno richiesto sin da subito ad Ausl che venissero effettuati i tamponi su tutti gli ospiti sintomatici. Oggi sono arrivati gli esiti, che certificano la presenza di 12 ospiti positivi e 5 negativi. Le famiglie sono state sin dall'inizio aggiornate e informate sullo stato di salute dei loro parenti".

Questo esito porta gli ospiti positivi attualmente residenti in struttura a 29, di cui 3 in Ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Sindaco e il Vicesindaco monitorano quotidianamente la situazione in collaborazione con la Direzione di Villa Richeldi e con il servizio sanitario di Ausl e spiegano: "A partire dalla scorsa settimana il Medico di Struttura di “Villa Richeldi” è stato affiancato da una Geriatra che la supporta nella gestione clinica degli ospiti di struttura con la consulenza dei virologi specialisti Asl. Da domenica a oggi gli infermieri in organico sono passati da 2 a 5 (di cui 2 dell’Ausl), in modo da permettere una buona assistenza degli ospiti sia al mattino che al pomeriggio, inoltre tutto il personale dal 9 aprile è stato sottoposto al prelievo sierologico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Contagi, 123 casi nel modenese: 2 in Terapia Intensiva. Quattro decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento