rotate-mobile
Attualità

"Il CAE che vince", i giovani atleti premiati a Skipass

Giornata di chiusura per questa edizione di SKIPASS, la fiera e il salone dedicato al turismo e agli sport di montagna, in particolare a quelli dell’inverno che ci si augura essere alle porte.

Se ieri a Skipass era stato il giorno dei big, oggi l’intero pomeriggio è stato dedicato alle giovani leve, di ieri e di oggi, degli sport invernali della regione.  Il presidente uscente del Comitato Alpino Emiliano, Giulio Campani, ha colto l’occasione per presentare il suo successore, Claudio Veltro, e il nuovo Consiglio a cui passa il testimone dopo 12 anni di mandato. Dodici anni in cui , da una realtà marginale rispetto alle regioni alpine, l’Emilia Romagna dello sci, in tutte le sue varianti, è cresciuta tantissimo grazie alla collaborazione e alla comunità di intenti di tutte le parti in causa, dalle società sportive, agli enti territoriali, alle amministrazioni per arrivare anche agli sponsor che hanno sostenuto e sostengono gli sci club e non solo. Sul palco è salito anche Flavio Roda, dal 2012 presidente  della FISI.

Le premiazioni hanno avuto inizio nel primo pomeriggio e non hanno coinvolto solo gli atleti. Loris Righi è stato premiato per la sua passione e dedizione allo sci, in particolare ad Alberto Tomba che ha seguito in ogni evento e di cui ha raccolto abbastanza materiale da costituire un vero e proprio museo visitabile a Modena. Floriano Corsini invece ha ricevuto un premio come giudice benemerito. Distintivo d’oro a Enrico Quadri, vice presidente uscente del CAE. Distintivo d’argento a Giorgio Meiattini per il suo ruolo nel fondo e a Pietro Zironi, organizzatore delle gare categoria Master del Corno alle Scale. Meritati riconoscimenti a Enrico Corsini e Marco Momoli in veste di Amici (e sostenitori e sponsor) del CAE.

È quindi intervenuto il presidente regionale del CONI, Andrea Dondi, che ha sottolineato come la presenza, nel nuovo governo, di un Ministero dello Sport faccia ben sperare, ma ha soprattutto rivendicato l’importanza dello sport  per una crescita sana e  come migliore alternativa ad altre modalità di intrattenimento quali smartphone e televisione. Uno sport non solo di vertice e agonistico, ma uno sport di base per tutti che impegni i ragazzini e li faccia uscire di casa, per vivere esperienze fisiche e di gruppo.

Premiati anche: i sindaci di Maranello, Ventasso e Sestola per il sostegno di queste amministrazioni alle esperienze cinquantenarie degli sci club Maranello (distintivo al merito d’oro e gonfalone società per il 50esimo anno di affiliazione) , Cerreto (distintivo al merito d’oro e gonfalone società per il 50esimo anno di affiliazione) e Sestola (pergamena alla società 2021 i fedelissimi e 75esimo anniversario di affiliazione alla FISI) , e tre atleti esemplari: Andrea Morselli, classe 1933, per la sua passione e la sua energia che lo vede tuttora impegnato nella categoria Master di sci alpino, Elisabetta Vasina, campionessa nazionale di discesa dal 1979 al 1981, Anna Maria Ghiddi, giovanissima campionessa mondiale di ski roller convocata alla nazionale.

Sono poi salite sul palco le quattro squadre degli atleti del Comitato: la squadra di Sci Alpino, quella dello Sci di Fondo, quella dello Snow Board e quella dello Sci d’erba, ognuna accompagnata dai rispettivi allenatori e responsabili della preparazione atletica.

Infine si è passati alle premiazioni vere e proprie a partire dalla categoria Master di sci alpino, seguita dal gruppo degli atleti delle sci d’erba, poi da quello dello snow boad, quelli del fondo e dei ragazzi e allievi dello sci alpino. Per ognuna di queste sono stati premiati i primi 5 classificati della stagione. Ultimi, ma non per importanza, ad essere premiati, i giovanissimi atleti delle categorie Baby e Cuccioli del fondo e delle sci alpino. Il loro entusiasmo e positività è il miglior biglietto da visita per la prossima stagione ormai alle porte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il CAE che vince", i giovani atleti premiati a Skipass

ModenaToday è in caricamento