Bottura premiato per il suo hotel Casa Maria Luigia, "Riapriremo solo in sicurezza"

Lo chef rivela un nuovo premio internazionale appena incassato e lavora anche al ristorante Ferrari di Maranello, che dovrebbe aprire tra meno di un anno

Salendo sul palco del Teatro Comunale con tanto di fascia tricolore, lo chef Massimo Bottura ha preso parte all'evento inagurale del Motor Valley Fest, manifestazione che lo ha inevitabilmente coinvolto come ambasciatore emiliano in tutto il mondo. Ruolo che non è certo nuovo per lo chef stellato e che ha trovato una nuova conferma.

Lo stesso bottura, infatti, ha annunciato: "Continuiamo a mietere premi. Questa notte mi è arrivata la notizia da New York che ci hanno premiato come la 'migliore esperienza gastronomica del mondo del 2019' per Casa Maria Luigia”. l'hotel di lusso per 24 ospiti avviato proprio lo scorso anno alla periferia di Modena insieme alla moglie Lara Gilmore.

“Noi continuiamo a investire, continuiamo a credere in questo territorio – ha proseguito -. Questo premio internazionale è stata una sorpresa bellissima. Avevo bisogno di una spinta positiva”.

Il riferimento è ovviamente al lockdown per l'emergenza covid che ha fermato anche l'attività dell'Osteria Francescana. Sul futuro Bottura è più cauto di molti altri colleghi, anche perchè il target cui il suo locale si rivolge è senza dubbio particolare ed essenzialmente legato alla mobilità internazionale: “Riapriremo quando ci sarà la sicurezza per riaprire, quando sappiamo e ci rendiamo conto che tutto è a posto – ha spiegato - Ma la prima cosa è tutelare il mio team, quindi solo quando saremo tutti in sicurezza riapriremo e saremo più forti di prima”.

Vista la cornice "motoristica", Bottuna non ha potuto fare a meno di citare il nuovo progetto per cui c'è molta attesa: il nuovo ristorante della Ferrari che aprirà a Maranello “probabilmente tra febbraio e marzo 2021. Sarà un posto meraviglioso – ha detto lo chef - abbiamo già visto i progetti. Un posto bellissimo. Un cliente potrà arrivare e parcheggiare solo con auto italiane”. Perché l'epidemia è anche  "l’occasione per riscoprire l’Italia, scoprire cosa significa l’Italia. Quest’anno gli italiani devono rimanere in Italia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In un momento così difficile – ha concluso – quello dell’ospitalità è il settore che ha subito più di ogni altro. Siamo ancora chiusi, non sappiamo ancora quando potremo riaprire. Per fortuna c’è il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini che lotta per noi e per tutto il comparto ed è l’esempio in Italia per tutte le altre Regioni. Noi lavoriamo molto con l’estero, questo sarà un challenge veramente grande”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento