Premiata studentessa UniMoRe “Giuseppe De Martini” della Società Italiana di Cure Palliative

Una giovane laureata in Infermieristica di Unimore si è aggiudicata il premio “Giuseppe De Martini” della Società Italiana di Cure Palliative. La dott.ssa Matilde Vagnini è stata premiata per il miglior poster per uno studio europeo

La dott.ssa Matilde Vagnini, laureata del corso triennale in Infermieristica di Unimore – sede di Modena, ha vinto come miglior poster il premio "Giuseppe De Martini" assegnatole per la presentazione della sua tesi di laurea. Il contributo è stato presentato al XXV Congresso Nazionale della Società Italiana di Cure Palliative – SICP dal titolo "Limiti e orizzonti nella cura" svoltosi nei giorni scorsi a Riccione. Il Premio Giuseppe De Martini, riservato ad autori di età inferiore ai 45 anni, è istituito dalla Società Italiana in Cure Palliative nel ricordo di Giuseppe De Martini, storica figura di pioniere delle Cure Palliative italiane, che ha saputo coniugare le brillanti competenze cliniche con una profonda sensibilità culturale ed artistica.

La giuria premia i tre migliori poster presentati in sede congressuale ed i lavori sono valutati sulla base della rilevanza del contenuto, dell’originalità delle esperienze realizzate e dell’efficacia della presentazione. La giovane laureata di Unimore, Matilde Vagnini, ha presentato un poster dal titolo “Le attitudini degli studenti di infermieristica verso l’assistenza nel fine vita: uno studio trasversale europeo multicentrico”. Il premio ricevuto dalla dott.ssa Vagnini le consentirà l’iscrizione gratuita alla Società Italiana di Cure Palliative per il 2019.

“Il tirocinio del corso di laurea – afferma la dott.ssa Matilde Vagnini -  mi ha sensibilizzata rispetto alle competenze che gli infermieri devono possedere per sostenere la qualità della vita delle persone nel fine vita e delle loro famiglie. Una formazione universitaria in cure palliative strutturata e ben integrata negli aspetti teorico-pratici, è fondamentale per accrescere le conoscenze e le attitudini degli studenti infermieri verso questa delicata assistenza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 “In qualità di relatore della tesi – ha commentato la prof.ssa Paola Ferri di Unimore - desidero sottolineare l’importanza della ricerca condotta dalla dott.ssa Matilde Vagnini che ha permesso di analizzare, con uno studio europeo, come si sviluppano nel triennio formativo, la preparazione e le attitudini degli studenti nei confronti dell'assistenza nel fine vita. L’esperienza Erasmus Plus che la laureata ha condotto, al terzo anno di corso, presso l’Università Rovira i Virgili (Spagna) le ha consentito di paragonare le percezioni degli studenti del corso di laurea in Infermieristica di Modena e del Grado de Enfermería di Tarragona”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coop Alleanza 3.0, la Cgil conferma lo stato di agitazione dopo le denunce dei dipendenti

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Nubifragio e allagamenti, disagi lungo la Pedemontana per gli smottamenti

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in orspedale

  • Malore durante il bagno, turista modenese perde la vita a Rimini

Torna su
ModenaToday è in caricamento