menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arriva l’auto solare “Emilia4”, l’orgoglio italiano che rappresenterà l’Europa negli USA

Dal 14 al 23 Luglio 2018, in un percorso di oltre 3000 km dal Nebraska all’Oregon, sarà proprio la macchina del team emiliano “Onda Solare” a gareggiare come unica rappresentante europea all’American Solar Challenge, la corsa di auto solari più importante del mondo

Questa mattina al Museo Ferrari di Maranello è stata presentata le più avanzata auto solare d’Europa: Emilia4, progettata dal team “Onda Solare”. Non è un veicolo da competizione alimentato dall’energia solare come tutti gli altri, ma un veicolo cruise. Emilia4 è una vera e propria auto a quattro posti, costruita interamente in fibre di carbonio (ad esclusione di una roll cage in titanio, obbligatoria da regolamento per motivi di sicurezza) che la rendono al contempo leggera e resistente, mentre il suo design “futuristico” deriva da necessità aerodinamiche e funzionali.

L’auto presenta 4 motori elettrici, uno su ogni ruota, alimentati dai 5 metri quadri di pannello solare, ed è in grado di trasportare quattro persone ad una velocità massima di 110 km/h consumando meno di un phon: solo 1,2 Kw. Queste sono solo alcune delle rivoluzionarie caratteristiche di Emilia4, ora pronta per attraversare l’Oceano in direzione Nebraska, dove parteciperà alla American Solar Challenge. La più importante gara del settore delle auto solari inizierà il 14 luglio 2018 e, dopo oltre 3000 km (che si snodano per la maggior parte sulla Oregon Trial), terminerà in Oregon il 23 dello stesso mese. Il percorso presenterà molte insidie, prime delle quali le altimetrie, che sfioreranno i 3000 metri sul livello del mare. A sfidarsi saranno 28 team provenienti da Stati Uniti, Arabia Saudita, Australia, Canada, Egitto, Russia e l’Università di Bologna con Onda Solare, unico team europeo.

Onda solare è un progetto che nasce nel 2005 in partnership con l’Università di Bologna, con l’intento di coniugare progettazione concettuale, funzionale e costruttiva nell’ambito dei veicoli a Emissioni Zero. Vede i suoi primi risultati concreti nello stesso anno con Emilia1, un veicolo a pedalata assistita guidato da una squadra di sole donne che conquista il terzo posto al World Solar Cycle Challenge. La rotta si sposta solo in seguito verso la costruzione di vere e proprie auto solari: Emilia2 nel 2011 ed Emilia3 nel 2013, entrambe partecipanti a competizioni nazionali. 

Il team si è aggiudicato molte vittorie, ma non sono mancate le sconfitte che, come spiega l’ing. Cristiano Fragrassa dell’Università di Bologna, sono state il punto di partenza per il miglioramento che ha condotto alla realizzazione di Emilia4. “Ci siamo chiesti come fosse possibile competere con team come quello di Tokyo, sponsorizzato da Panasonic, Toyota e Yamaha o come quello del Michigan, supportato da grandi aziende tra cui Ford e General Motors, e abbiamo deciso di agire in un modo nuovo, diverso” continua. L’idea della squadra è quella di non portare avanti la realizzazione di un progetto soltanto come esecutori, bensì di rafforzare il contesto in cui questo progetto si trova. A questo proposito è estata compiuta un’opera di networking che ha reso possibile un parallelo posizionamento internazionale, fatto nel concreto di pubblicazioni e convegni. Con l’obiettivo di rafforzare il gruppo sono state svolte operazioni di team building ed è stato affidato un ruolo centrale all’Università di Bologna. Fondamentale è stato poi il contributo tecnico e pratico dato dalle aziende SCM Group, CINECA e CRIT, che grazie alle loro competenze nel settore hanno saputo ottimizzare ogni aspetto del progetto, e questo approccio nel complesso ha reso possibile la realizzazione di un veicolo innovativo e competitivo. 

Emilia4 è un’auto elettrica solare ambiziosa con un’idea di ripetibilità, di possibile omologazione per la strada per l’utilizzo quotidiano: “Questa per noi non rappresenta solamente una gara in cui competere. Questo è un passo verso lo sviluppo sostenibile”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vignola. Sospesa dalla Municipale l'attività alla GimFive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento