menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Plasma iperimmune contro il covid, oggi a Modena la prima donazione

Partita oggi in provincia la raccolta da donatori guariti, i primi sono due coniugi di Bomporto

Prime donazioni in provincia oggi all’Avis di Modena di plasma iperimmune per la sperimentazione della terapia sui malati di Sars – CoV – 2. 
Si tratta per la precisione di una donazione di coppia. A sottoporsi al prelievo sono stati  infatti Andrea Pedrini, presidente di Avis comunale di Bomporto  e la moglie Sara Scaltriti. I due hanno condiviso il virus, contratto da entrambi tra fine ottobre e inizio novembre, il successivo periodo di isolamento ed ora anche la donazione di plasma “da guariti”. La seduta di prelievo non ha differito da una normale plasmaferesi: ai due donatori sono solo state prelevate tre provette in più che verranno testate dai laboratori coinvolti nella sperimentazione per definire la titolazione degli anticorpi.

Solo se risponderà ai parametri richiesti, il plasma donato – che in attesa dell’esito dei test sarà mantenuto congelato dal Servizio Trasfusionale del Policlinico di Modena -  sarà ritenuto idoneo per essere avviato alle fasi successive che porteranno all’utilizzo sui pazienti Covid. 

Prende il via così ufficialmente a Modena il protocollo sperimentale promosso dal Centro Regionale Sangue e messo a punto per la nostra provincia da Avis insieme al Servizio di Medicina Trasfusionale. A queste prime donazioni ne seguiranno altre presso gli altri centri Avis di raccolta plasma della provincia. In questa prima fase saranno coinvolti soltanto i già donatori di sangue e plasma iscritti all’Avis, con la prospettiva di allargare la platea anche ai non donatori guariti dal virus che intenderanno donare il loro plasma, i quali saranno però gestiti direttamente dal Servizio Trasfusionale. Possono aderire al protocollo gli uomini e anche le donne purché non abbiano avuto gravidanze o aborti, condizioni che sviluppano anticorpi rischiosi per l’uso clinico del plasma.  

Sarà la stessa Avis, su segnalazione del Servizio Trasfusionale, ad interpellare i donatori potenzialmente idonei, che decideranno volontariamente se aderire al protocollo. A quel punto potranno programmare la loro donazione in uno dei centri Avis che effettua la plasmaferesi in provincia: Modena, Sassuolo, Vignola, Pavullo, Carpi, Mirandola. 

Vaccino AstraZeneca nel Regno Unito già dal 4 gennaio. Sperimentazione ancora ferma a Modena

VIDEO | Il 2020 per immagini, Modena nell'anno del Covid

VIDEO | Partorire col Covid: Iter e strategie del Policlinico per neo mamme positive

Covid, nella seconda ondata al Policlinico hanno partorito 33 mamme positive al virus

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento