Attualità Vignola

Al professor Luca Richeldi il Premio Ciliegia d'oro 2020

Massimo Toschi, presidente del Centro Studi Vignola: “Esempio di come professionalità, passione e serietà possano guidare le persone verso un futuro ricco di speranza”.

Si è svolta sabato 12 giugno al Teatro Ermanno Fabbri di Vignola la cerimonia di consegna del Premio Ciliegia d’Oro 2020 conferito al Professor Luca Richeldi, direttore di pneumologia del Policlinico Gemelli di Roma, presidente della Società Italiana di Pneumologia, componente del Comitato Tecnico Scientifico nei mesi più duri della pandemia e tra i massimi esperti di fibrosi polmonare.  

Presenti all’evento anche Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, Nicola Magrini, Direttore Generale dell'AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco e Filippo Crea, Direttore del Dipartimento di Scienze Cardiovascolari e Toraciche del Policlinico Gemelli. 

Durante la serata il professor Luca Richeldi ha raccontato che “Il Premio Ciliegia d’Oro rappresenta un punto di arrivo: nel mio caso costituisce anche un momento di gioia e condivisione, arrivato dopo un periodo particolarmente difficile. Mi auguro davvero che possa rappresentare per tutti noi la rinascita tanto attesa. Intervistato da Ettore Tazzioli, giornalista e Direttore di TRC Emilia Romagna, il professor Richeldi ha voluto fare una riflessione sul valore della sanità italiana e sul grande potenziale delle giovani generazioni di medici. “Abbiamo un grandissimo patrimonio all’estero – ha sottolineato Richeldi - Giovani che dopo gli studi in Italia hanno deciso di partire. Dobbiamo considerarlo un investimento, un patrimonio pronto a rientrare e ad arricchire il nostro Paese. Il personale sanitario durante la pandemia ha avuto una grande esposizione mediatica. Mi auguro che l’attenzione non si esaurisca perché chi ha scelto e continua a scegliere queste professioni fa molti sacrifici assumendosi grandi responsabilità.  

“Il premio ciliegia d’oro è arrivato alla quarantesima edizione – spiega Massimo Toschi, Presidente del Centro Studi Vignola - un traguardo importante che quest’anno assume un significato ancora più profondo e simbolico. La storia di questo premio vanta personaggi di grande spessore e caratura che hanno fatto tanto per il nostro paese. Un grande orgoglio poter consegnare la Ciliegia d’Oro al professor Richeldi – prosegue Massimo Toschi -che ha una carriera ricca di successi e conquiste in campo medico, ha ricoperto un ruolo da protagonista nel lungo cammino di uscita da questa pandemia. Un impegno con cui ci ha accompagnati nei mesi più duri. Un esempio di come professionalità, passione e serietà possano guidare le persone verso un futuro più ricco di speranza”. 

“L’occasione di celebrare questo premio prestigioso oggi deve farci pensare al futuro - ha spiegato Emilia Muratori, sindaca di Vignola - ricordando ciò che abbiamo passato, nelle nostre famiglie e nelle nostre comunità. Un onore poter premiare insieme al Centro Studi di Vignola il professor Richeldi, un professionista serio e di grande rilievo che ha fatto della ricerca un impegno di vita per trovare risposte a situazioni in cui mancano certezze. Espressione di eccellenza del nostro territorio per tutto il Paese. Un’ opportunità – prosegue Emilia Muratori  - per ringraziare la comunità scientifica e medica che è stata in prima linea nella lotta alla pandemia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al professor Luca Richeldi il Premio Ciliegia d'oro 2020

ModenaToday è in caricamento